banner
Agosto brucia i sogni di Ethereum
Agosto brucia i sogni di Ethereum
Trading

Agosto brucia i sogni di Ethereum

By Federico Izzi - 14 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Tra le prime 100 coin elencate su Coinmarketcap nessuna riesce a salire sopra la parità.

Per rendere ancora più chiara la situazione, solamente sette riescono a limitare i danni con ribassi sotto il 10%.

Per tutte le altre, ci sono ribassi a doppia cifra.

Tra le più conosciute, quelle a perdere maggior terreno sono Zilliqa (ZIL) alla 36a posizione con -28%, Augur (REP) e Icon (ICX) scendono entrambe del 27% dai livelli di ieri, Vechain (VET) e 0x (ZRX), alla 20a e 21a posizione, crollano del 25%, così come per Iota (MIOTA) che continua ad aggiornare i minimi dell’anno arrivando a toccare i 41 centesimi di dollaro, il livello più basso dall’inizio di novembre.

Nel mar rosso si tuffa anche Ethereum (ETH) che in meno di 48 ore perde il 20% del suo valore rivedendo i 250 dollari, livello che sembrava oramai abbandonato lo scorso settembre.

Per assistere ad una debacle così pronunciata di Ethereum bisogna tornare al 23 maggio dove, in 3 giorni, il prezzo crollò di oltre il 25%, passando da 720 a 539 dollari.

Il ribasso di Ethereum preoccupa tutto il settore.

L’ulteriore crollo spinge i prezzi ad accusare una perdita di oltre l’81% dai massimi assoluti registrati a metà gennaio.

Così come l’ascesa registrata tra dicembre e gennaio, in concomitanza con l’esplosione delle nuove ICO, la causa della disfatta è forse il fallimento o il mancato rispetto della roadmap da parte di molti progetti basati sulla rete di Ethereum che ora si trovano a fare i conti con un valore di mercato che crolla sempre più.

Ad oggi, oltre l’82% delle ICO sono basate su rete Ethereum. Da recenti statistiche si stima che, nel primo semestre dell’anno, oltre il 55% delle ICO sono fallite oppure vicine alla chiusura.

È un momento difficile per un settore che sta mettendo a dura prova anche i nervi degli investitori che erano stati attirati dall’illusione di facili guadagni.

La capitalizzazione totale torna sotto i 200 miliardi di dollari, il punto più basso dal 2 novembre 2017.

Il settore registra un calo del 77% dai top assoluti raggiunti il 7 gennaio ad oltre 830 miliardi di dollari.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Dopo oltre 60 giorni i prezzi provano a rompere nuovamente il muro dei 6000 dollari. Nella notte l’affondo prova a testare nuovamente la soglia dei 5800 dollari, dove tornano gli acquisti e la respinta sopra la tonda soglia tecnica e psicologica.

Annullata la struttura rialzista costruita dopo la metà di luglio, ora è necessario dimostrare la reale tenuta di questi livelli.

Bitcoin, insieme ad un’altra manciata di criptovalute, riesce a difendersi dagli attacchi dell’Orso e non affondare verso nuovi minimi, condizione che consente di continuare a conquistare dominance, arrivata a superare il 54% dell’intera capitalizzazione.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

La discesa sembra non aver ancora toccato il fondo. Gli elevati volumi confermano il momento delicato che vede Ether sotto attacco dei venditori.

È necessario trovare una base su cui puntare i piedi e tornare a costruire un difficile recupero per rivedere almeno i 500 dollari nei prossimi mesi.

In caso contrario sarà necessario fare i conti con una dura realtà che in pochi mesi riesce a cambiare gli equilibri di un settore in continua evoluzione

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.