banner
Goldman Sachs: “Il crypto trading desk ci interessa”
Goldman Sachs: “Il crypto trading desk ci interessa”
Blockchain

Goldman Sachs: “Il crypto trading desk ci interessa”

By Adrian Zmudzinski - 7 Set 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Durante la Conferenza TechCrunch Disrupt che si è tenuta ieri a San Francisco, Martin Chavez – il Chief Financial Officer di Goldman Sachs – ha detto che le notizie riguardanti il loro abbandono dei piani per lanciare un banco di trading crypto sono false.

“La prossima fase dell’esplorazione è quella che chiamiamo ‘forward non consegnabili’, che sono dei derivati over the counter, regolati in dollari USA ed il loro prezzo di riferimento è stabilito da una serie di exchange”.

Una portavoce di Goldman Sachs ha detto in ottobre che stanno esplorando questo spazio “in risposta all’interesse dei clienti per le valute digitali“. Tuttavia, mentre ha chiarito che i piani non sono stati abbandonati, Chavez ha anche chiarito che finora non c’è una linea temporale.

“Quando abbiamo parlato di esplorare le risorse digitali, abbiamo detto che sarebbe stata un’esplorazione che si sarebbe evoluta nel tempo”.

Goldman: Una banca Bitcoin friendly

Goldman ha cominciato un clearing dei bitcoin future della CBoe e CME a maggio, fornendo anche liquidità ai loro clienti.

Inoltre, Chavez ha definito bitcoin “estremamente interessante” ma anche “estremamente impegnativo“.

Il motivo per cui è così impegnativo – ha spiegato – è che “dal punto di vista della custodia, non vediamo ancora una soluzione di livello istituzionale per bitcoin, siamo interessati ad averla ma è una strada lunga“.

Goldman e le altre banche di fiducia che offrono tali servizi potrebbero attirare sul mercato operatori istituzionali e portare nuova liquidità, quindi vale la pena osservare da vicino la situazione man mano che si evolve.

Recenti movimenti dei prezzi

Molti hanno attribuito la responsabilità del recente crollo dei prezzi del crypto mercato alla notizia di Goldman Sachs, quella inerente all’abbandono dei propri piani di scambio di cryptovalute.

Come si può vedere nel grafico (dati da coinmarketcap) il market cap totale di tutte le cryptovalute ha perso 30 miliardi in soli due giorni.

 

Adrian Zmudzinski
Adrian Zmudzinski

Adrian è un appassionato di tecnologia e IT, specializzato nell'analisi di token, tecnologia blockchain e crypto. Il suo interesse verso Bitcoin risale al 2009, espandendosi al mondo delle crypto più in generale. Le sue analisi si concentrano per lo più sulle potenzialità tecnologiche alla base dei token.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.