banner
Reality Gaming apre un negozio a Londra
Reality Gaming apre un negozio a Londra
Criptovalute

Reality Gaming apre un negozio a Londra

By Andrea Ferrari - 7 Set 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Reality Gaming sta allestendo un negozio temporaneo dedicato alla criptovalute nel quartiere di Soho a Londra che accetterà solo valuta digitale.

L’iniziativa fa parte della Crypto Week, la kermesse sponsorizzata da Soho Radio e Jägermeister che celebrerà le valute digitali e soprattutto istruirà il pubblico sui suoi usi.

Lo scopo del temporary store dedicato alle crypto è infatti prettamente didattico, i visitatori del negozio riceveranno masterclass e token gratuiti di Reality Clash (RCC) e potranno quindi utilizzare questi token per effettuare le loro prime transazioni crittografiche nonché acquistare prodotti che promuovono il nuovo gioco dell’azienda.

Ci saranno anche trasmissioni giornaliere su Soho Radio relative alla blockchain e alle ricadute che può avere sulle industrie della musica e dei giochi.

Guy Pearce, co-fondatore di Reality Gaming Group che l’anno scorso ha completato una ICO da 3,5 milioni di dollari, ha dichiarato: “Siamo consapevoli che molte persone conoscono superficialmente le criptovalute, non sanno da dove cominciare oppure pensano di dover investire migliaia di sterline.

Londra è una piazza all’avanguardia nel settore, quindi è giusto che venga dedicata una settimana a questo mondo innovativo e coraggioso”.

Il negozio crypto si troverà al 22c di Great Windmill Street e sarà attivo da lunedì 10 settembre a venerdì 14 settembre.

Le masterclass gratuite che si terranno sono le seguenti:

. “Guida per principianti all’acquisto e all’uso di Criptovaluta” (lunedì)

. “Esplorazione dell’impatto culturale dei videogiochi nel 2018” (martedì)

. “Come l’industria musicale utilizza la blockchain” (mercoledì)

. “Utilizzo di Blockchain e Criptovaluta nei videogiochi” (giovedì)

. “Lezioni da un hacker professionista” (venerdì)

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

La tecnologia come passione e lavoro. Il giornalismo come malattia inguaribile. La libertà come dogma.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.