banner
Altcoin, gioie e dolori del trading
Altcoin, gioie e dolori del trading
Trading

Altcoin, gioie e dolori del trading

By Federico Izzi - 14 Set 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Il periodo è in mano agli Orsi che, da inizio mese, hanno nuovamente ripreso in mano il gioco a discapito di un Toro sempre più frastornato.

A differenza di ieri, la giornata di oggi si caratterizza dalla prevalenza di segni rossi per oltre il 70% delle prime 100 a maggior capitalizzazione.

Nella Top 10 solamente Ethereum (ETH) si distingue, riuscendo a risalire la china per il secondo giorno consecutivo. La salita di oggi, al +2% dai livelli di ieri pomeriggio, si somma al rally a doppia cifra di ieri, permettendo ai prezzi di limitare i danni degli ultimi giorni, anche se, dai livelli di venerdì scorso, rimane tra i peggiori ribassi.

Per le altre crypto i ribassi di giornata oscillano tra il -0,3% di Eos e il -4,5% di Stellar Lumens (XLM). Per tutte le altre in rosso i ribassi rientrano in un contesto di rifiatamento dopo una giornata come quella di ieri.

E’ presto, infatti, per affermare la fine di un movimento che in soli dieci giorni ha riportato i livelli a rivedere i pericolosi minimi di metà agosto, se non addirittura sotto (vedi Ethereum).

La sintesi generale è data dalla capitalizzazione totale che è nuovamente tornata sotto i 200 miliardi di dollari, ad un passo dal segnare il minimo dell’anno toccato il 14 agosto a $187 miliardi.

Mentre bitcoin riesce a mantenere la sua quota di dominio sopra il 56%, sono le altcoin a zavorrare ogni tentativo di reazione. La delicatezza del periodo si evince dai numeri: oggi siamo a 255 giorni di declino dai massimi assoluti di inizio anno con un ribasso dell’85%.

E siamo ad un passo dal record segnato nel 2014 che è durato 266 giorni con una perdita arrivata a sfiorare l’86% con caratteristiche simili, se non addirittura identiche, alla fase attuale.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

L’ennesimo pullback, sviluppatosi appena i prezzi hanno visto quota 6000 dollari, inizia ad avere una doppia faccia. Se da un lato conforta i rialzisti che vedono questo livello inviolabile (precisamente area di supporto 5700), dall’altro lato i ribassisti potrebbero vederla come fase finale.

La rottura del triangolo discendende potrebbe essere il trigger che darà fine a questo lungo periodo di lateralità.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

A distanza di una settimana i prezzi riescono a riprendersi sopra quota 200 dollari. Il ribasso delle ultime due settimane (-45%) taglierebbe le gambe a chiunque.

Aver reagito con un +30% in sole 48 ore è un segnale vitale però, per rivedere il sole, è necessario formare delle solide basi e volumi in acquisto.

Nel passato è capitato raramente registrare volumi di scambi giornalieri superiori a quelli di bitcoin.

Ieri è stata una di queste giornate. Gli elevati scambi registrati nelle 24 ore su Ethereum ($2,01 miliardi) hanno superato di 180 milioni quelli di bitcoin ($1,82 miliardi).

In una sola giornata le prime due criptovalute hanno scambiato quasi la metà del valore di tutte le altre 50 principali criptovalute.          

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.