Cloudflare lancia un gateway web decentralizzato
Cloudflare lancia un gateway web decentralizzato
Blockchain

Cloudflare lancia un gateway web decentralizzato

By Adrian Zmudzinski - 18 Set 2018

Chevron down
Ascolta qui
download

Questo lunedì, Cloudflare ha pubblicato un blog post annunciando la sua “crypto week” in cui presenterà il suo gatewey web decentralizzato.

Read this article in the English version here.

Il post chiarisce che “questioni come la privacy e la sicurezza, che ai primi tempi di Internet erano presi poco in considerazione, oggi sono estremamente importanti” e – di conseguenza – “Internet ha bisogno di un aggiornamento“.

Nel post viene anche sottolineato che uno degli strumenti in grado di effettuare questo aggiornamento è una migliore crittografia.

Durante questa crypto week ogni giorno Cloudflare annuncerà il supporto per una tecnologia che “usa la crittografia per migliorare Internet”.

Il primo di questi annunci è il suddetto supporto per IPFS attraverso un IPFS Gateway.

Cos’è il Gateway web IPFS di Cloudflare

Sul blog, il gateway è descritto come “un modo semplice per accedere ai contenuti dell’Inter Planetary File System (IPFS) che non richiede l’installazione o l’esecuzione di alcun software speciale sul computer”.

Inoltre, il gateway permetterà agli utenti di costruire siti web interamente ospitati su IPFS che sono ancora disponibili con dominio personalizzato. Cloudflare fornisce anche certificati SSL gratuiti a questi siti web.

Un esempio di un sito web accessibile dal gateway Cloudflare è un mirror della versione inglese di Wikipedia su IPFS.

Cos’è l’IPFS

IPFS è l’abbreviazione di Inter Planetary File System. Si tratta di un file system distribuito che definisce come i file si muovono attraverso la rete. IPFS consente un web permanente e più resiliente.

La differenza principale con HTTP – abbreviazione di Hyper Text Transfer Protocol, il protocollo su cui si basa l’attuale generazione del web – e che IPFS utilizza un sistema di indirizzamento dei contenuti mentre HTTP utilizza un sistema basato sulla localizzazione.

In poche parole, questo significa che IPFS non identifica i file in base al server che li ospita, ma trova i file stessi ovunque siano basati sul loro hash.

Tale progettazione implica che non esiste un server centralizzato da attaccare – o censurare – per eliminare alcuni contenuti, dato che un’altra copia del file ospitato altrove manterrà il sito web anche se l’host originale non fornisce più l’accesso al file.

Adrian Zmudzinski
Adrian Zmudzinski

Adrian è un appassionato di tecnologia e IT, specializzato nell'analisi di token, tecnologia blockchain e crypto. Il suo interesse verso Bitcoin risale al 2009, espandendosi al mondo delle crypto più in generale. Le sue analisi si concentrano per lo più sulle potenzialità tecnologiche alla base dei token.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.