Il Financial Stability Board (FSB) del G20 ha pubblicato un’analisi sulle potenziali implicazioni future sulla stabilità finanziaria del mercato delle criptovalute.

Read this article in the English version here.

Il rapporto di 21 pagine analizza la valutazione dei rischi primari presenti nei crypto-asset e nei loro mercati, ed in particolare la bassa liquidità, l’uso della leva finanziaria, i rischi legati alla volatilità ed i rischi operativi. Sulla base di queste caratteristiche, il FSB stabilisce che i crypto-asset mancano degli attributi chiave delle valute sovrane e non sono un mezzo di pagamento comune o una riserva stabile di valore o un’unità di conto.

Pertanto, il rapporto conclude che ad oggi non rappresentano un rischio reale per la stabilità finanziaria globale.

Tuttavia, il report aggiunge che è necessario un monitoraggio vigile perché a causa dell’elevata velocità dello sviluppo di questo mercato in futuro implicazioni sulla stabilità finanziaria potrebbero essercene.

Tali implicazioni potrebbero essere: effetti sulla fiducia e sui rischi reputazionali per le istituzioni finanziarie e i loro regolatori, rischi derivanti da esposizioni dirette o indirette di istituti finanziari o dall’anonimato dell’operato delle attività che utilizzano criptovalute come mezzo di pagamento e rischi derivanti da una crescita della capitalizzazione di mercato.

Inoltre, il FSB sottolinea che l’utilizzo dei crypto-asset solleva numerosi problemi di politica generale, come la necessità di proteggere i consumatori e gli investitori, l’antiriciclaggio e la lotta al finanziamento del terrorismo, la possibilità di eludere le sanzioni internazionali, le misure normative per prevenire l’evasione fiscale, l’elusione dei controlli sui capitali ed il controllo delle offerte di titoli illeciti.

Il rapporto infine sottolinea che le azioni intraprese dal FSB sono bilanciate tra preservare i benefici dell’innovazione da un lato, e contenere i rischi dall’altro.

A dire il vero questo rapporto non aggiunge nulla di nuovo a quanto già si sapeva sulle criptovalute, ma ogni tanto è necessario aggiornare le conoscenze globali in particolare sull’aspetto che riguarda i rischi derivanti dal possibile impatto del loro utilizzo sul sistema finanziario globale. Il dato centrale, e rilevante, di questa analisi è che i crypto-asset non rappresentano ancora un rischio reale per la stabilità finanziaria globale.

In futuro altre analisi come questa potranno essere condotte ad intervalli più o meno regolari, e probabilmente porteranno alle medesime conclusioni fintantoché la diffusione di queste tecnologie sarà ancora limitata.

In altre parole questo rapporto non è da considerare definitivo, ma solo come un’istantanea sulla situazione attuale che andrà aggiornata nel corso del tempo, soprattutto qualora l’adozione di massa delle criptovaluta dovesse diventare realtà.