banner
Ripple: “XRP è più usato di bitcoin (BTC)”
Ripple: “XRP è più usato di bitcoin (BTC)”
Trading

Ripple: “XRP è più usato di bitcoin (BTC)”

By Marco Cavicchioli - 26 Nov 2018

Chevron down

Ripple (XRP) oramai si è saldamente insediata al secondo posto tra le maggiori criptovalute al mondo per capitalizzazione di mercato, ovviamente dietro a bitcoin (BTC). Ma secondo il chief market strategist di Ripple Labs, Cory Johnson, XRP sarebbe già ad oggi più usato di BTC stesso.

Read this article in the English version here.

Questa affermazione nasce da un confronto effettuato da Ripple Labs con le altre maggiori criptovalute come bitcoin e stellar (XLM).

Johnson ha commentato i risultati di questa ricerca in un video pubblicato su Twitter in cui afferma anche che bitcoin avrebbe alcune limitazioni tecnologiche, e che gli asset digitali più utilizzati svilupperanno un valore fondamentale.

Johnson ha rifiutato anche le accuse sul fatto che XRP sia pre-minato e centralizzato e accusa a sua volta Bitcoin di essere dominato dai miner cinesi.

Inoltre, ha affermato anche che bitcoin sarebbe stato costruito su una “tecnologia povera” che lo fa soffrire di problemi di scalabilità, mentre invece XRP è già in grado di gestire 1.500 transazioni al secondo mentre, per quanto l’attività di mining di BTC, Johnson sostiene che sia sempre più costosa e consumi sempre più energia.

Inoltre, sempre secondo il chief market strategist di Ripple Labs, la ragione della popolarità di Ripple non sarebbe dovuta ad una semplice operazione di propaganda, ma alle sue particolarità tecniche ed a una tecnologia migliore di quella delle altre crypto.

A tal proposito rivela che Ripple ha già ha oltre 150 banche tra i propri clienti in tutto il mondo, e molti di loro utilizzerebbero già XRP per effettuare transazioni oltre confine per ridurre tempi e costi.

Sulla base di queste ipotesi c’è chi sostiene che l’andamento di mercato di XRP sia differente rispetto a quello di altre criptovalute, ma Federico Izzi, trader professionista di CryptoLab e BigBit, fa notare che il trend del prezzo di XRP ultimamente non è in controtendenza rispetto a quello delle altre criptovalute, anche se ha decisamente contenuto i ribassi delle ultime settimane.

Questo è quello che è successo fino al 20 novembre scorso, quando XRP non dava segnali di cedimento mentre invece bitcoin, ad esempio, scendeva abbondantemente sotto i 6.000 dollari.

Nell’ultima settimana, invece, la tendenza al ribasso di XRP ha ricalcato quella delle altre criptovalute, con percentuali di perdita perfettamente in linea con quelle dellle prime dieci crypto per capitalizzazione di mercato: -23% per XRP, -25% per BTC, -27% per ETH.

Per quanto riguarda invece gli ultimi 30 giorni XRP perde comunque il 50%.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.