Lightning Network: anche Litecoin tra le applicazioni di LN
Criptovalute

Lightning Network: anche Litecoin tra le applicazioni di LN

By Marco Cavicchioli - 16 Dic 2018

Chevron down

Anche se Lightning Network è spesso associato solo a Bitcoin, in realtà supporta anche alcune altre criptovalute, tra le quali spicca proprio Litecoin.

Read this article in the English version here.

Si potrebbe speculare che LN possa rendere la stessa litecoin (LTC) una valuta più utile di bitcoin (BTC) per aprire un canale Lightning Network, ma come vedremo è solo una speculazione.

Gli atomic swap

LN supporta una funzionalità chiamata atomic swap che consente lo scambio anche di differenti criptovalute: grazie ad un atomic swap è possibile ad esempio scambiare su Lightning Network bitcoin con litecoin, e viceversa.

Questo fa sì che si possa usare LN anche con un canale creato sulla blockchain di Litecoin, e che con questo si possano anche scambiare bitcoin.

Pertanto grazie a canali LN si possono scambiare bitcoin, si possono scambiare litecoin, e si possono anche scambiare bitcoin con litecoin e viceversa come su un exchange decentralizzato.

Litecoin come rampa di lancio di LN

Tempo fa il fondatore di Litecoin Charlie Lee disse su Twitter:

“Litecoin sarà anche la più facile rampa di lancio della rete Lightning. BTC richiede troppo tempo e tasse troppo alte? Non c’è problema. Aprire un canale di pagamento LTC sulla catena in modo rapido ed economico, quindi scambiare atomicamente in BTC se e quando è necessario. Questo può essere fatto in un unico passaggio con submarine swap”.

Il punto è che per aprire o chiudere un canale su LN bisogna effettuare una transazione su blockchain. Questa, qualora avvenga sulla catena di bitcoin, è sicuramente più lenta e più costosa di quanto non sarebbe se venisse fatta sulla catena di Litecoin. Ovvero aprire un canale LN sulla blockchain di Litecoin, al posto che su quella di Bitcoin, non solo è possibile, ma sarebbe anche più rapido e conveniente.

Inoltre, grazie agli atomic swap, una volta aperto può consentire anche lo scambio di bitcoin permettendo quindi l’utilizzo di BTC senza aver dovuto aprire il canale sulla catena di bitcoin.

Queste problematiche in realtà interessano poco chi apre canali LN per effettuare molte transazioni, ma potrebbero invece avere un impatto su quegli utenti che li dovessero utilizzare solo per un numero limitato di operazioni. Ecco che, in questi caso, Litecoin potrebbe essere una soluzione che garantirebbe maggiore velocità ed economicità.

Gli effetti di Lightning Network su Litecoin

Continuando nella speculazione quindi non solo Lightning Network in teoria potrebbe non avere effetti negativi su Litecoin, ma esiste persino la possibilità che il cosiddetto “argento digitale” possa giocare un ruolo nell’adozione di massa di questa tecnologia.

In realtà queste sono ad oggi solo supposizioni, basate tuttavia su informazioni reali che provengono dall’utilizzo di LTC e BTC, e da ciò che viene tecnicamente consentito da LN.

Non bisogna infatti dimenticarsi che Lightning Network è ancora di fatto in fase beta, con meno di 5.000 nodi, poco più di 13.000 canali, ed una capacità complessiva inferiore ai 500 BTC. Pertanto bisognerà attendere ancora un po’ di tempo prima di comprendere con precisione come se ne sarà diffuso l’utilizzo sul mercato, quindi questo è ancora solo il momento delle ipotesi.

In altre parole ad oggi non è possibile affermare con certezza che Litecoin giocherà effettivamente tale ruolo nel percorso di sviluppo e diffusione di LN.

Il calo del valore

Va tuttavia aggiunto che nel corso del 2018, ovvero proprio mentre Lightning Network iniziava a diffondersi, il rapporto tra il valore di LTC e quello di BTC si è ridotto parecchio, facendo presumere che il mercato non abbia considerato molto positivamente queste prospettive.

Da marzo, quando LN ha iniziato a diffondersi, il tasso di cambio di LTC è passato da 0,016 BTC a 0,007, ovvero praticamente dimezzando il proprio valore nei confronti di bitcoin.

Questo potrebbe anche significare che invece il mercato sia più propenso a considerare negativi gli effetti che Lightning Network potrebbe avere sul valore di Litecoin, perché le ipotesi di cui sopra non vanno assolutamente considerate come probabili, ma solo come possibili e speculatorie.

Ad oggi, infatti, è prematuro stabilire se quelle ipotesi siano realmente probabili, oppure no, e visto che per ora i canali aperti su LN pare siano stati creati soprattutto sulla blockchain di Bitcoin, sembrano affermarsi invece le ipotesi contrarie, secondo le quali Lightning Network potrebbe avere pesanti effetti negativi su Litecoin, facendo diventare bitcoin stesso quella valuta transazionale che litecoin ha sempre ambito a diventare.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.