banner
In calo gli indirizzi crypto attivi. Ma i numeri su Coinbase non coincidono
In calo gli indirizzi crypto attivi. Ma i numeri su Coinbase non coincidono
Criptovalute

In calo gli indirizzi crypto attivi. Ma i numeri su Coinbase non coincidono

By Marco Cavicchioli - 18 Dic 2018

Chevron down

Su BitInfoCharts si possono trovare molti dati statistici sulle criptovalute, tra cui un grafico degli indirizzi attivi sulla rete Ethereum.

Read this article in the English version here.

Da questo grafico è possibile evincere che il numero di indirizzi attivi giornalmente nel 2018 è in continuo calo.

Infatti, dopo il picco del 4 gennaio 2018, quando furono più di 1 milione gli indirizzi attivi nel corso delle 24 ore, già a metà gennaio questi si erano dimezzati, per ridursi in totale del 70% nel corso dell’anno. Negli ultimi giorni infatti non sono stati più di 350.000.

Per Bitcoin invece il calo è stato meno significativo, perché sebbene il picco registrato a metà dicembre 2017 sia sempre di oltre 1 milione di indirizzi attivi nel corso delle 24 ore, da qualche settimana oscillano tra i 450.000 ed i 600.000, quindi con un calo di circa il 50%.

Questi dati però stridono se confrontati ad altri dati pubblicati di recente dall’Università Cambridge in merito al numero di utenti complessivo degli exchange, che sarebbe invece in crescita nel 2018. Inoltre, stridono anche con i numeri recentemente dichiarati da Coinbase, che vantava qualche mese fa 50’000 nuovi utenti al giorno.

Anzi, nei primi tre trimestri del 2018 il numero di utenti che hanno verificato la propria identità sarebbe quasi raddoppiato, passando da 18 a 35 milioni.

Certo, c’è differenza tra il numero totale di account registrati ed il numero di quelli attivi, e quelli registrati di fatto non possono fare altro che aumentare nel corso del tempo visto che raramente vengono cancellati o rimossi. Tuttavia la differenza tra i due dati è notevole: dimezzamento degli indirizzi attivi, contro un raddoppio degli utenti verificati.

Inoltre, probabilmente il numero di indirizzi attivi è più importante del totale degli account registrati e verificati che si sono accumulati nel tempo sugli exchange, perchè molti di questi nel corso degli ultimi mesi potrebbero anche aver cessato di essere operativi.

Va anche specificato che il numero di indirizzi attivi non necessariamente corrisponde a quello degli utenti attivi, perchè da un lato un utente può avere più indirizzi, mentre dall’altro gli exchange spesso effettuano transazioni su blockchain da un ristretto numero di indirizzi. Quindi il confronto non può essere fatto sui numeri assoluti, ma solo sulle percentuali di crescita o decrescita.

Pertanto sebbene il numero totale degli account registrati e verificati sugli exchange sia in crescita, probabilmente il dato della diminuzione degli indirizzi attivi è più rilevante, perché sembra suggerire che il numero di utenti ancora operativi in questo settore in realtà sia diminuito nel 2018, e non aumentato.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.