Hodling bitcoin, buon compleanno al typo più famoso delle crypto
Bitcoin

Hodling bitcoin, buon compleanno al typo più famoso delle crypto

By Marco Cavicchioli - 20 Dic 2018

Chevron down

Cosa significa HODL?

Hold in inglese significa tenere, mantenere, possedere. Pertanto, i cosiddetti holder sono coloro che posseggono un bene con l’obiettivo di tenerselo. Tuttavia, il 18 dicembre 2013 è stato coniato, per errore, l’acronimo HODL relativo a Bitcoin.

Read this article in the English version here.

Inizialmente era solo un errore di battitura del termine hold, ma nel corso del tempo nel settore ha acquisito un significato tutto suo.

Tutto nasce da un thread su BitcoinTalk avviato dall’utente GameKyuubi, il cui titolo era “I AM HODLING”.

La discussione verteva sul fatto che il prezzo di BTC stava crollando dopo aver toccato l’allora picco massimo a più di 1.100 dollari il 4 dicembre 2013.

Il 18 dicembre era già crollato sotto quota 500, con una perdita superiore al 50% del valore in due settimane.

Il prezzo sarebbe poi tornato a quota 900 dollari ad inizio 2014, per poi ricrollare verso quota 300 a fine anno.

GameKyuubi disse che sebbene il prezzo in quel momento stava crollando, lui aveva scelto di tenere i suoi bitcoin e non venderli. Ma, oltre alla storpiatura del verbo, ciò che è passato alla storia è la giustificazione che diede per questa sua scelta.

Disse che era un “cattivo trader” e che anzi non si sentiva di far parte di coloro che comprano BTC sperando di rivenderli ad un prezzo maggiore.

Inoltre, GameKyuubi affermò che vendere a prezzo basso significava fare il gioco proprio di chi non aspetta altro che il prezzo scenda per comprare, in modo da guadagnare rivendendo.

Hodling bitcoin

Il concetto che espresse andava ben al di là del momento di temporanea debolezza del prezzo di BTC, e fu interpretato da molti come una specie di manifesto.

Da un lato c’erano i trader, a cui interessava solo acquistare BTC per rivenderli al più presto ad un prezzo più alto, e dall’altro c’erano gli holders ad oltranza che acquistavano BTC per convertire definitivamente il loro denaro fiat in criptovalute.

Costoro, ovvero coloro che non sono più disposti a riconvertire in fiat i propri bitcoin dopo averli acquistati, hanno fatto di HODL la loro ideologia.

Nei commenti al thread lanciato da GameKyuubi, un altro utente propose poi di considerare HODL l’acronimo di “Hold On for Dear Life”, ovvero in altre parole “tieni i tuoi bitcoin per tutta la vita”, senza rivenderli mai.

Questa interpretazione si è poi affermata probabilmente come modo per dare maggiore credibilità ad un termine nato solamente come banale errore di battitura.

Ad oggi, coloro che hanno deciso di tenere i propri bitcoin ad oltranza, senza essere disposti a rivenderli mai in cambio di valuta fiat, sono detti hodler e hodling bitcoin è il nome che si dà a questa strategia massimalista.

A ciò, va aggiunto che la contrapposizione tra trader e hodler continua ad essere molto forte e radicata, tanto forse oramai da essersi trasformata in vera e propria ideologia.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.