banner
Arabia Saudita e Emirati Arabi lanciano una criptovaluta pilota per le banche
Arabia Saudita e Emirati Arabi lanciano una criptovaluta pilota per le banche
Criptovalute

Arabia Saudita e Emirati Arabi lanciano una criptovaluta pilota per le banche

By Marco Cavicchioli - 21 Gen 2019

Chevron down

Il Ministro dell’Economia e della Pianificazione dell’Arabia Saudita insieme al Ministro degli Affari Esteri e al Futuro degli Emirati Arabi Uniti, durante il Consiglio di coordinamento del Comitato Esecutivo degli Emirati e dell’Arabia Saudita tenutosi recentemente ad Abu Dhabi, hanno annunciato il lancio di una criptovaluta pilota transfrontaliera rivolta alle banche.

Read this article in the English version here.

Questo progetto fa parte di un più grande lancio di sette iniziative strategiche per l’integrazione economica, sociale e militare tra i due Paesi.

Si tratta di una criptovaluta che ha lo scopo di far comprendere meglio le implicazioni della tecnologia blockchain e di facilitare i pagamenti transfrontalieri tra Arabia Saudita ed Emirati Arabi.

La crypto si baserà sull’utilizzo di un database distribuito tra le banche centrali di entrambi i Paesi e avrà anche come obiettivo quello di salvaguardare gli interessi dei clienti, stabilire nuovi standard tecnologici e valutare i rischi legati alla sicurezza informatica.

Inoltre, il progetto servirà a testare l’eventuale impatto di una criptovaluta congiunta sulle politiche monetarie dei due Paesi.

I dettagli tecnici non sono ancora noti, ma sembra che la banca centrale dell’Arabia Saudita e quella degli Emirati Arabi ospiteranno entrambe un nodo della nuova criptovaluta pilota.

Probabilmente anche tutte le altre banche coinvolte ospiteranno un nodo, ma il sistema non sarà aperto al pubblico.

Si tratterà quindi di una criptovaluta centralizzata, basata su un registro distribuito ma non decentralizzato ed è probabile che assomiglierà molto ad una valuta fiat.

Forse ci sarà anche un rapporto “master-slave” tra i nodi delle due banche centrali e quelli delle banche commerciali, rendendo di fatto i nodi delle due banche centrali dei masternode.

È possibile inoltre che ai nodi delle banche commerciali sarà concesso solamente di vedere e verificare tutte le operazioni, senza poter intervenire.

Agli utilizzatori, invece, dovrebbe essere dato un wallet leggero in grado di verificare il saldo delle crypto possedute e permetterne l’invio.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.