Kraken Rebranding: l’exchange cambia veste per diventare più user-friendly
Kraken Rebranding: l’exchange cambia veste per diventare più user-friendly
Criptovalute

Kraken Rebranding: l’exchange cambia veste per diventare più user-friendly

By Marco Cavicchioli - 30 Gen 2019

Chevron down

E’ in atto il rebranding di Kraken. L’exchange infatti ha aggiornato il logo, cambiato design della home page e ha rinfrescato il layout.

Read this article in the English version here.

L’exchange Kraken, noto anche per avere spesso posizioni singolari, se non addirittura combattive, afferma che il proprio brand dovrebbe riflettere fortemente i loro valori e la loro personalità, distinguendosi da quello degli altri.

Nel caso specifico, la scelta del rebranding di Kraken è stata quella di abbandonare il colore blu, definito “noioso”, perché oramai utilizzato da molte aziende nel settore fintech.

La nuova scelta è ricaduta su un colore più “audace” ed unico, che a detta della società rappresenta meglio la loro personalità ed attrae maggiormente l’attenzione. Secondo Kraken questo nuovo colore – una tonalità di violetto – “evoca sensazioni di ricchezza e prestigio”.

Kraken, inoltre, dichiara che il mondo crypto è popolato da persone spesso eccentriche e devote, così come gli stessi membri del team dell’exchange: menti brillanti, colorate ed interessanti ed è per questo che hanno scelto di fare un rebranding al sito basandosi su un nuovo schema di colori appropriato ed audace.

Sul sito di Kraken, ed in particolare nella homepage, sono state aggiunte delle illustrazioni a tema avventuroso, dedicate ai sognatori creativi, ribelli e determinati che popolano questo settore.

Kraken definisce il mondo crypto come una “tana del bianconiglio” ed ogni suo membro come un’Alice che si avventura in questo nuovo mondo per provare nuove emozioni ed una vita piena di suspense, di obiettivi e, a volte, di drammaticità.

Nonostante il rebranding, Kraken rimarrà dedicato primariamente al trading avanzato, ma sta cercando di penetrare anche all’interno del mercato consumer. In effetti, fin dal 2013, Kraken è sempre stato uno dei luoghi più popolari online per comprare, vendere o scambiare crypto, pertanto giocoforza è stato catapultato dagli eventi in un ambiente di massa per il quale probabilmente non era stato progettato.

Ora ne hanno preso coscienza, e il team dell’exchange dichiara di essere pronto per provare a spianare la strada all’adozione di massa delle criptovalute in modo che tutti possano essere inclusi in questa nuova realtà. Per far ciò la piattaforma vuole diventare sempre più user-friendly, più snella e facile da usare, ed anche più “divertente”.  

L’attuale rebranding quindi si annuncia come un primo passo verso una nuova evoluzione dell’exchange, che mira a diventare sempre più accessibile anche ai neofiti, visto che in effetti ad oggi per costoro facilmente può sembrare un po’ ostico da utilizzare.

Ricordiamo che Kraken offre già oggi due interfacce differenti per poter operare sul sito: una classica, in teoria adatta a chiunque, ed una specifica per i trader.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.