banner
La Federal Reserve potrebbe aggiungere Bitcoin allo stress test
La Federal Reserve potrebbe aggiungere Bitcoin allo stress test
Bitcoin

La Federal Reserve potrebbe aggiungere Bitcoin allo stress test

By Marco Cavicchioli - 1 Mar 2019

Chevron down

Il “Board of Governors” della Federal Reserve System (Fed) ha annunciato ufficialmente alcuni emendamenti al quadro di progettazione degli scenari per gli stress test del settore finanziario a cui si potrebbe aggiungere anche bitcoin.

Read this article in the English version here.

Nel documento affermano:

“Il commentatore raccomanda al Consiglio di prendere in considerazione nei suoi scenari shock straordinari, come una guerra con la Corea del Nord, il crollo del mercato dei Bitcoin, o gravi perdite causate da cattiva condotta dei trader”.

In pratica sarebbe stata suggerita l’ipotesi di inserire un eventuale crollo del mercato di bitcoin tra i rischi da tenere in considerazione quando le autorità di vigilanza effettuano i cosiddetti stress test.

Si tratta di test teorici effettuati sul sistema finanziario americano simulando problemi gravi come ad esempio una guerra contro la Corea del Nord o altri eventi di grossa portata in grado di mettere in crisi il sistema finanziario.

Federal Reserve Bitcoin stress test

Secondo il documento del Board of Governors, un commentatore ha proposto il crollo del valore di bitcoin come uno di questi “shock straordinari” da utilizzare per effettuare gli stress test.

Nello stesso documento la Fed dichiara che mira a rendere questi test più dinamici, includendo nel quadro degli scenari possibili i nuovi rischi che sono diventati rilevanti sul mercato.

Ad esempio recentemente aveva già aggiunto gli shock petroliferi o una grave recessione nell’area dell’euro: in quest’ottica la proposta del commentatore di aggiungere anche un ipotetico crollo del valore di bitcoin sembra in effetti sensata.

Gli emendamenti descritti nel documento entreranno in vigore già il 1 aprile, escluso però quello riguardante bitcoin, che allo stato attuale non è un emendamento ma solo una proposta lanciata da un commentatore.

È probabile però che in futuro vengano inclusi anche altri emendamenti non riportati nell’attuale documento, come una variazione del tasso di disoccupazione inferiore al 4% in determinate condizioni economiche, o un calo dell’indice dei prezzi delle case.

Secondo la Fed gli stress test servono per fornire alla aziende, ai consigli di amministrazione, al pubblico e ai supervisori, informazioni lungimiranti per valutare l’effetto potenziale di condizioni stressanti sulla capacità delle organizzazioni di assorbire le perdite, rispettando gli obblighi nei confronti dei creditori e di altre controparti.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.