Binance Research: nuovo report sui crypto asset
Criptovalute

Binance Research: nuovo report sui crypto asset

By Fabio Lugano - 13 Apr 2019

Chevron down

Il noto exchange Binance, tramite il proprio Binance Research, ha pubblicato un report sulle abitudini degli investitori nel mercato dei crypto asset e su come queste influenzino l’andamento del mercato.

Read this article in the English version here.

Un dato quasi assodato e già noto da tempo è l’altissima correlazione tra l’andamento del prezzo di bitcoin e quello delle cosiddette altcoin, che viene confermato anche a livello statistico. Infatti, il tasso di correlazione tra bitcoin e gli altri crypto asset, secondo il report di Binance Research, è particolarmente elevato con una media pari a 0,9.

Gli investitori già da tempo avevano intuito l’altissimo legame tra la prima valuta virtuale le altre, ma questa ricerca lo pone ad un livello di carattere scientifico: vi sono state settimane con addirittura un valore di correlazione superiore a 0,94, dato che viene indicare una correlazione quasi perfetta tra l’andamento di bitcoin e quello degli altri crypto asset.

Ad ogni modo, sempre secondo il report, il valore della correlazione non è mai stato inferiore a 0,8 per cui, in generale, si può sempre contare su un andamento uniforme del settore delle criptovalute.

Per quanto riguarda la presenza di investitori istituzionali, la ricerca mette invece in luce come nello scorso gennaio operassero ben 700 fondi specializzati in crypto asset, per un valore complessivo di circa 10 miliardi di dollari.

Si tratta di una capitalizzazione interessante ma ancora limitata, considerando che gli investitori istituzionali americani, per esempio, investono in valute virtuali solo il 7% rispetto a quanto decidono di investire nel mercato borsistico.

Il minor numero di operatori sul mercato, però, non significa una minore attività: infatti, il turnover degli operatori istituzionali sul mercato delle valute virtuali è pari al 2150% durante il 2018, cifra che corrisponde a 8 volte il turnover del mercato borsistico USA o a tre volte il turnover di quello cinese. Questo significa che gli investitori in crypto asset sono molto più attivi nell’acquistare vendere ogni volta c’è un minimo movimento di mercato o una nuova notizia.

Lo studio dei dati UTXO mostra poi un ulteriore evoluzione nel comportamento degli investitori nei crypto asset: vi è infatti una tendenza durante i periodi di mercato ribassista a non cedere, attendendo quindi un momento di rialzo, comportandosi quindi da hodler.

Allo stesso tempo, il mercato non appare ancora abbastanza maturo per fare una chiara distinzione tra progetti di qualità e progetti invece scadenti: infatti, quando si innestano momenti di euforia, crescono tutti i valori virtuali indipendentemente dalla qualità della business idea alle spalle e, nello stesso modo, nei momenti di grande pessimismo crollano tutti i valori anche quelli di progetti interessanti e di successo.

Purtroppo questo è un fattore di immaturità che indica come non ci sia ancora uno studio sufficientemente approfondito dal punto di vista aziendale dei progetti legati alle criptovalute.

 

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.