Dopo il lancio della mainnet di Zilliqa avvenuto a fine gennaio 2019, è finalmente iniziato lo swap dei token verso la blockchain nativa. Il token swap è iniziato due giorni fa, il 28 aprile, e serve a trasferire i token ZIL ERC20 sulla blockchain nativa di Zilliqa.

Read this article in the English version here.

Questo token swap avverrà solo tramite diversi exchange che hanno espresso il loro supporto (Coinone, Binance e Upbit) o utilizzando il wallet Moonlet.

A breve anche Bittrex, Gopax, Korbit e Gate.io dovrebbero iniziare a supportare lo swap.

Il team di Zilliqa ha già distrutto circa 3 milioni di token, per un valore di circa $ 49 milioni.

Il workshop di Zilliqa

Un mese fa Zilliqa aveva anche annunciato la creazione di un workshop, Blockchain AZ.

Ai partecipanti che hanno iniziato il corso lo scorso 26 marzo saranno fornite le conoscenze di base necessarie per intraprendere una carriera in questo settore emergente, compresi i limiti esistenti di questa tecnologia che ostacolano un’adozione più ampia.

Progettato come un laboratorio pratico, Blockchain AZ è limitato a 30-50 partecipanti. I workshop sono condotti a Londra dal Developer Marketing Lead di Zilliqa Saiba Kataruka, ex-alunno dell’Università di Oxford, e responsabile delle iniziative educational di Zilliqa per studenti e sviluppatori esperti.

Previous articleLa piattaforma di crypto trading Liquid sbarca negli USA
Next articleLa BCE organizza un workshop sulla blockchain
Alfredo de Candia
Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.