Bitcoin ha le transazioni onchain più affidabili
Bitcoin

Bitcoin ha le transazioni onchain più affidabili

By Marco Cavicchioli - 5 Mag 2019

Chevron down

Le transazioni onchain di Bitcoin sono le più sicure e affidabili tra tutte quelle delle altre criptovalute minabili.

Read this article in the English version here.

La sicurezza è data dalla Proof of Work (PoW) che ne consente il mining, in quanto ogni blocco contiene l’hash crittografico del blocco precedente. Pertanto, per modificare un blocco, bisognerebbe per forza modificare anche tutti quelli seguenti e ciò fa sì che più un blocco sia vecchio più è difficile modificarlo.

Infatti, si consiglia di attendere sempre almeno 4, 5 o 6 conferme di blocchi successivi prima di ritenere certa una transazione onchain di Bitcoin, visto che all’aumentare del numero blocchi successivamente confermati aumenta la difficoltà di modifica del blocco in cui la transazione è inclusa.

Un sito, howmanyconfs.com, paragona il livello di sicurezza di un blocco con 6 conferme sulla blockchain di Bitcoin con quello di altre criptovalute dotate di PoW.

Ad esempio, per ottenere lo stesso livello di sicurezza con una transazione onchain Ethereum servono ben 1.258 conferme, e quindi un’attesa di circa 4 ore e 42 minuti, contro i 50 minuti e 24 secondi che occorrono attualmente per attendere 6 conferme sulla blockchain di Bitcoin.

Le differenze con Bitcoin Cash e Litecoin sono ancora più ampie: più di 19 ore e 120 conferme per BCH, e più di 9 ore e 210 conferme per LTC.

Altcoin e transazioni onchain

Per quanto riguarda le altre criptovalute con PoW il divario si dilata enormemente: più di 1 giorno per Zcash (ZEC) e Ravencoin (RVN), più di 3 giorni per Monero (XMR), Dash, Bitcoin SV (BSV) e Ethereum Classic (ETC), e più di 10 giorni per tutte le altre.

Anzi, a diverse criptovalute occorrono addirittura anni perchè una transazione possa raggiungere lo stesso livello di sicurezza che si ottiene con 6 conferme sulla blockchain di Bitcoin, ad alcune secoli, ed a qualcuna addirittura un millennio, come ad esempio Halcyon (HAL) e Influxcoin (INFX).

Questo confronto può essere effettuato solo con altre criptovalute che hanno PoW, quindi in questo elenco sono escluse ad esempio XRP, EOS, Stellar, Cardano, Tron e molte altre. Il confronto, infatti, riguarda proprio quanta potenza di calcolo occorrerebbe per riuscire a modificare un blocco minato con PoW e tutti quelli successivi.

Questi dati riguardano però solo le transazioni onchain, ovvero quelle che vengono registrate sulla blockchain: su Bitcoin, ad esempio, sono invece possibili anche transazioni offchain, che non vengono registrate sulla blockchain, grazie a Lightning Network.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.