EOS, il prezzo della crypto in calo: -10%
EOS, il prezzo della crypto in calo: -10%
Trading

EOS, il prezzo della crypto in calo: -10%

By Federico Izzi - 4 Giu 2019

Chevron down

Tra le più crypto conosciute, oggi lo scettro della peggiore va ad EOS, il cui prezzo è in calo del 10%. Dall’annuncio del social network basato sulla propria blockchain, Voice, EOS sta scendendo dai massimi del 2019 con un calo del prezzo che arriva a oltrepassare il 25% in tre giorni.

Read this article in the English version here.

Grafico EOS by Tradingview

EOS oggi si fa quindi notare con il peggiore ribasso della giornata tra le big, che gli costa anche la 5° posizione nella classifica di Coinmarketcap, scalzato da Litecoin.

Era dalla metà di maggio, dai giorni del 15-17 maggio che non si vedevano ribassi a doppia cifra in meno di 72 ore. La notte europea ha evidenziato la continuazione di un movimento ribassista iniziato domenica e che in queste ore della mattina sta facendo vivere il test dei supporti alla maggior parte delle criptovalute.

Fonte: COIN360.com

Tra le prime 100 crypto per market cap, oltre 90 viaggiano in territorio negativo. Solamente otto segnano rialzi. Le prime due che si fanno notare per i maggiori rialzi della giornata sono Aurora (AUA) e Zilliqa (ZIL), rispettivamente in 45° e 44° posizione, entrambe a +8%.

Tra le peggiori si nota Tezos (XTZ) e Bittorrent (BTT) che, dopo importanti rialzi nei giorni scorsi, mettono la retromarcia segnando un ribasso che si estende oltre il 13% di giornata. Ieri Justin Sun ha chiarito quella che era la sorpresa annunciata: si è aggiudicato l’asta su eBay per 4,5 milioni per una cena con Warren Buffet, deciso affossatore delle crypto. Ma il prezzo di Tron e quello di Bittorrent non stanno facendo faville e si accodano all’andamento di giornata con ribassi compresi dal’8 al 10%.

La capitalizzazione, dopo aver raggiunto i 280 miliardi di dollari, oggi si trova a 250 miliardi. La dominance di bitcoin rimane invariata a quota 56%, nonostante la discesa dei prezzi e la capitalizzazione sia passata dal record di 150 miliardi a poco sotto i 140 miliardi. Ciò indica come il ribasso in atto sia concertato con tutto quanto il settore. Risente dei ribassi anche Ethereum che torna al 10,5% della quota di mercato. Ripple, invece, tiene meglio, mantenendosi pochi decimali sotto la soglia del 7%.

Grafico bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

L’estensione ribassista delle ultime 72 ore segna il ribasso più consistente della scorsa metà di maggio, infatti, in soli 3 giorni bitcoin scende del 15%. Tra il 15 e il 17 maggio il ribasso era del 16%. Non è compromesso il trend rialzista in atto dall’inizio di aprile. Nei prossime ore e giorni sarà necessario valutare l’intensità del ribasso e dove andrà a terminare questa estensione.

Il primo supporto degli 8.200 dollari, ex resistenza che aveva caratterizzato gran parte del mese di maggio, è stata nuovamente violato questa volta al ribasso e pertanto l’estensione trova il prossimo supporto in area 7.800, ma il supporto decisivo per capire le sorti del nuovo possibile ciclo mensile è la soglia dei 7.200-7.000 dollari.

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Dopo aver raggiunto la quota 290 dollari, a cavallo delle ultime ore di maggio, anche Ethereum accusa un movimento ribassista che si estende in questo momento poco sopra il 20%. Un movimento così negativo non compromette il trend iniziato l’11 maggio e, sotto il primo supporto più evidente e importante dei 230 dollari, potrebbe trovare ulteriori affondi fino ad area 200 dollari. Un’estensione così violenta comprometterebbe l’ottimo trend rialzista che Ethereum ha costruito dalla seconda decade di maggio.

Per scacciare ogni nube ribassista bisogna recuperare la soglia dei 270 dollari. Orsi e tori stanno combattendo tra i 240 e i 250 dollari trovando l’area di equilibrio a 255 dollari. Per ETH è necessario consolidarsi in area 230 dollari nei prossimi giorni per provare un nuovo attacco rialzista.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.