Litecoin, prezzo record: LTC vola a 128 dollari
Trading

Litecoin, prezzo record: LTC vola a 128 dollari

By Federico Izzi - 10 Giu 2019

Chevron down

Litecoin aggiorna il suo record di prezzo del 2019. È LTC la criptovaluta che risalta maggiormente nel mercato crypto di oggi e segna un’inversione di rotta per il settore.

Read this article in the English version here.

Con la giornata odierna infatti si archivia la settimana più negativa del 2019. Era dallo scorso dicembre che il settore e in particolare bitcoin non metteva una retromarcia così evidente. Anche il fine settimana si è caratterizzato per i bassi volumi e per un andamento che ha visto i prezzi oscillare sui minimi degli ultimi giorni senza particolari reazioni.

Fonte: COIN360.com

Reazione che sembra arrivata nella giornata odierna con scambi superiori al 20% su base giornaliera con un capovolgimento di fronte delle crypto in territorio positivo: la seconda settimana di giugno inizia con lieve prevalenza di segni positivi per il 60% delle criptovalute.

Tra le più conosciute oggi lo scettro lo prende Ontology (ONT) con oltre 710 milioni di capitalizzazione e un rialzo che sfiora il 10%.

Grafico Litecoin by Tradingview

Continua a prendersi gli onori della cronaca Litecoin, che con un balzo dell’8% su base giornaliera oggi aggiorna nuovamente il record del 2019, facendosi battistrada di un possibile allungo, che aveva caratterizzato le prime settimane del 2019.

Litecoin oggi mette a segno il record del 2019 con il prezzo che va oltre i 128 dollari, livelli che non si registravano da maggio 2018. È una corsa rialzista che sembra non conoscere particolari inciampi. Dai minimi di inizio febbraio Litecoin ha messo a segno un rialzo del +324, moltiplicando per 4 le sue quotazioni in poco più di 4 mesi. Da dicembre il rialzo è del +450%. Questo balzo di Litecoin con annesso record di prezzo, porta LTC a consolidare la quarta posizione tra le maggiori capitalizzate, dove ha scalzato Bitcoin Cash (oggi per BCH +2%).

Sul podio con +45% si piazza la crypto Nebulas (NAS), in 83° posizione con 84 milioni di dollari di capitalizzazione. Mentre invece tra quelle che si stanno caratterizzando le fasi di oscillazione, sia al rialzo sia al ribasso, torna a farsi notare Maximine Coin (MXM) che oggi segna nuovamente un rialzo del +15%.

Tra le peggiori non ci sono particolari scossoni verso il bassa. Tra le più conosciute segnano una retromarcia Maker (MKR), Augur (REP) e Ravencoin (RVN) con ribassi del 3%.

Il market cap torna a salire a 253 miliardi di dollari con bitcoin che mantiene il 56% della quota di mercato. Lo stesso Ethereum si consolida poco oltre il 10% e Ripple che cerca di mantenersi poco oltre quota 6,5%. Sono i livelli che hanno caratterizzato l’ultima settimana.

Grafico bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Bitcoin nel fine settimana ha testato il supporto dei 7.500 dollari senza destabilizzare il mercato. Il fine settimana non è stato caratterizzato da particolari volumi tanto che il 4° test avvenuto in poco più di 20 giorni non ha provocato ulteriori scivoloni che avrebbero attirato la speculazione verso i 7.000 dollari

In queste ultime ore si registra un tentativo di recupero della soglia psicologica degli 8.000 dollari. La soglia tecnica rimane quella degli 8.200-8.250 dollari che decreterebbe il ritorno di nuovi acquisti.

In questa fase che oscilla da una settimana con prezzi tra i 7.500 e 8.000 dollari è necessario continuare a seguire la tenuta del supporto dei 7.500 dollari.

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum prosegue il suo andamento laterale mantenendo e cercando di consolidare oltre area 225 dollari e non rompere i tentativo di rottura verso il basso di questa area come è avvenuto nella giornata di ieri pomeriggio con un modesto ritorno della difesa dei 235 dollari, dove è stato respinto l’attacco in area 240 dollari. È proprio questo il livello dove continuano le oscillazioni dei prezzi.

Per Eth è necessario spingersi oltre i 260-265 dollari. In caso di mancato recupero nei prossimi giorni diventa più fragile la tenuta dei 225 dollari. In caso di violazioni si aprono ampi spazi di scarrozzamento verso il basso fino ad area 200 dollari.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.