banner
KB Kookmin: un servizio custody per le criptovalute
KB Kookmin: un servizio custody per le criptovalute
Criptovalute

KB Kookmin: un servizio custody per le criptovalute

By Stefano Cavalli - 11 Giu 2019

Chevron down

Come riporta il quotidiano locale Business Korea nella giornata odierna, KB Kookmin, la più grande banca della Corea del Sud collaborerà con la società Atomrigs Lab per offrire ai propri clienti un servizio custody relativo alle criptovalute.

Read this article in the English version here.

Secondo i report, le due società hanno stretto un accordo commerciale il 10 giugno. La Corea del Sud continua ad essere un ottimo punto di riferimento per tutte le attività che coinvolgono le crypto.

Lee Koo-il, CEO di Kookmin Bank, ha detto:

“Ci auguriamo che le due aziende crescano assieme, creando, grazie a questo accordo, un servizio innovativo nel campo della gestione delle risorse digitali.”

Atomrigs Lab sta attualmente testando un prodotto chiamato Lime, un vero e proprio servizio custody che sfrutta la tecnologia MPC.

Lo scorso anno, i regolatori della Corea del Sud hanno mosso delle accuse nei confronti del gruppo Kookmin poiché ritenevano scarse le procedure contro il riciclaggio di denaro che coinvolgono le criptovalute.

Questa settimana, Metaco, il secondo gruppo di assicurazioni al mondo, ha annunciato anch’esso di voler offrire lo stesso servizio di KB Kookmin tramite un accordo con Aon.

Non si tratta dunque della prima volta che un colosso di tali dimensioni mira a coprire una fetta del mercato fino ad ora completamente sconosciuta. Le due aziende, Atomrigs Lab e KB Kookmin, cercano di collaborare non solo per quanto riguarda il servizio custody ma anche per l’investimento in imprese emergenti che si occupano di questo mercato.

Secondo il report, una mossa del genere, da parte di una banca cosi importante, potrebbe avere un grande impatto sul settore delle criptovalute. Un istituto finanziario con un così alto grado di affidabilità può contribuire ad annullare le preoccupazioni riguardo la sicurezza dei fondi da parte dei clienti.

“Continueremo a collaborare con varie aziende tecnologiche nell’ecosistema digitale per ampliare le nostre offerte”.

L’esito che riguarda i piani di sviluppo congiunti con Atomrigs non è pubblico, ma certamente include sia il servizio custody per le criptovalute che la tecnologia blockchain intesa con una visione più ampia, anche al di fuori del settore crypto.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.