Oggi, grazie a Joule allowances, un nuovo strumento web-based che sfrutta Lightning Network, è effettivamente possibile rendere il BTC un’opzione di pagamento veloce, conveniente e automatica.

Read this article in the English version here.

Sin dall’inizio della sua carriera decennale, Bitcoin ha cercato di mantenere la promessa di essere un ottimo strumento per pagamenti frequenti, veloci e a basso costo.

Tuttavia, questo è sempre stato difficile da raggiungere sulla blockchain principale, in quanto un singolo blocco viene minato all’incirca ogni 10 minuti.

Estensione per browser

Il programmatore e co-fondatore di Grant.io, Willie O’Beirne ha recentemente mostrato su Medium il funzionamento di Joule Allowances.

Joule Allowances è un’estensione del browser abilitata per WebLN che utilizza il nodo Lightning Network dell’utente con lo scopo di abilitare micropagamenti automatici in BTC in background.

WebLN è una libreria opensource per facilitare comunicazioni sicure tra le app e i nodi Lightning Network degli utenti.

Per eseguire i micropagamenti automatici in BTC con Joule allowances, l’utente avrà bisogno quindi di un browser web compatibile, come Chrome, Firefox e Opera. Presto, anche Brave diventerà compatibile.

estensione per il browser permette micropagamenti in BTC grazie a Lightning Network

L’utente avrà la possibilità di modificare diverse opzioni. Ad esempio, potrà impostare la quantità massima di satoshi che l’applicazione potrà utilizzare, l’importo massimo per ogni singolo pagamento e la frequenza massima di pagamenti effettuabili in un preciso lasso di tempo.

notifiche di avvenuto pagamento e saldo rimanente Joule Allowances

Ad ogni pagamento automatico effettuato sarà possibile riceve una notifica con l’importo speso e il saldo rimanente sul proprio wallet.

Diminuzione della congestione della rete Bitcoin

Secondo Bitcoinfees.earn.com, la commissione per una transazione con il miglior rapporto velocità/costo è quella da 72 satoshi/byte. Per una dimensione media di transazione di 225 byte, le fee corrispondono quindi a 16.200 satoshi (circa 1.5 dollari).

Tuttavia, grazie alla diffusione di Lighting Network e SegWit si sta assistendo ad una riduzione della congestione della rete, sia in termini di scalabilità che di costi per transazione.