Wasabi: il creatore del wallet parla di privacy
Sicurezza

Wasabi: il creatore del wallet parla di privacy

By Ilaria Stirpe - 8 Lug 2019

Chevron down

Il creatore di Wasabi Wallet ha recentemente affermato in un tweet che, in materia di privacy, il proprio Wasabi wallet è come un “hack temporaneo” a causa della mancanza di privacy, appunto, della blockchain di Bitcoin.

Read this article in the English version here.

Wasabi permette di unire diverse transazioni tramite la cosiddetta funzionalità CoinJoin. Questa rende difficile risalire alle transazioni e agli importi delle stesse, ma ha delle limitazioni, come per esempio un massimo di invio di 0.1 BTC. 

Inoltre, usando Wasabi wallet aumentano le fee, a causa del cosiddetto Trilemma, raggiungendo anche importi a doppia cifra.

Nei tweet, il creatore di Wasabi fa anche notare come le privacy coin come Monero (XMR) sono molto più efficaci rispetto a Bitcoin e che quindi, se un utente vorrebbe una privacy ottimale, allora dovrebbe puntare su quella blockchain.

Il Trilemma Blockchain

Trilemma è un termine coniato dal fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, e sta a significare che è pressoché impossibile ottenere una blockchain che sia allo stesso modo scalabile, decentralizzata e sicura. Ogni volta, infatti, che si dovesse concentrare su uno di questi aspetti, uno dei tre verrebbe sicuramente meno.

Molto si è discusso sull’argomento anonimato in ambito blockchain, ma questo spesso comporta o fee più alte o maggiore centralizzazione. 

Ilaria Stirpe
Ilaria Stirpe

Laureata con lode all'Università La Sapienza di Roma, consegue il master in Visual Merchandising specializzandosi in Marketing per le strategie comunicative dei Social. Precedentemente lavora come Web Writer, Seo Specialist e reporter per testate regionali online.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.