I giocattoli da collezione basati sulla blockchain di Ethereum
Ethereum

I giocattoli da collezione basati sulla blockchain di Ethereum

By Marco Cavicchioli - 2 Ago 2019

Chevron down

È in uscita il terzo giocattolo basato sulla blockchain di Ethereum. Lo ha annunciato Crypto Kaiju, che in precedenza ne aveva già lanciati altri due (Genesis e Jaiantokoin). 

Read this article in the English version here.

Si tratta di CryptoKitty, un pupazzo da 7,5″ realizzato in vinile e prodotto con licenza Nappty di Dapper,  che include un’etichetta NFC resistente alle manomissioni con numeri di serie univoci, che collegano l’oggetto fisico da collezione alla sua versione digitale. 

Infatti, il giocattolo CryptoKitty si collega ad un NFT dall’aspetto simile, in modo da essere supportato 1 a 1: per ogni singolo CryptoKitty fisico c’è un singolo NFT sulla blockchain di Ethereum.

In questo modo è possibile certificare la provenienza e dare prova di autenticità ad ogni singolo pupazzo, in perfetto stile Cryptokitty. 

CryptoKaiju è una società britannica che ha prodotto i primi giocattoli artistici al mondo completamente tracciabili su una blockchain pubblica. 

Genesis infatti fu rilasciato a novembre 2018, mentre Jaiantokoin a marzo del 2019, ed anche in quel caso si trattava di giocattoli dotati di etichette NFC antimanomissione attaccate alla base del giocattolo e contenenti i numeri di serie univoci corrispondenti ad un NFT. 

L’uso degli NTF (Non Fungible Token) consente al giocattolo fisico di essere collegato unicamente ad un singolo oggetto digitale non duplicabile e non alterabile che ne certifica la provenienza, l’autenticità e la scarsità. 

Infatti gli NTF di CryptoKaiju contengono metadati che descrivono alcuni aspetti unici di ciascun oggetto da collezione, come la sua data di produzione, il sesso, il colore, oppure la descrizione di tratti della personalità dell’oggetto raffigurato, come intelligenza o creatività. 

In questo modo ogni singolo oggetto prodotto da CryptoKaiju è unico, e collegato ad un unico NFT, mentre addirittura per i Cryptokitty ogni oggetto è supportato 1:1 da un NFT cryptokitty sulla blockchain di Ethereum.

Il fondatore di CryptoKaiju, Oliver Carding, ha commentato: 

“Ci impegniamo a mantenere fresco ogni nuovo lotto di Kaiju, aggiungendo ogni volta qualcosa di diverso per aggiungere valore per la nostra fantastica community, e sin dal suo lancio abbiamo voluto collaborare con alcuni delle incredibili aziende del settore crypto. Quando ci siamo avvicinati a Dapper Labs con l’idea in aprile, hanno pensato che fosse bella e ci hanno spiegato come poteva funzionare con la loro licenza NFT. Sono estremamente soddisfatto dei risultati: l’ultimo Kaiju è il nostro migliore, e l’intero processo è davvero una testimonianza della straordinaria creatività e la collaborazione in corso al momento in questo settore”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.