La SEC rimanda tre ETF su bitcoin. Ancora
Criptovalute

La SEC rimanda tre ETF su bitcoin. Ancora

By Emanuele Pagliari - 12 Ago 2019

Chevron down

Poche ore fa la U.S. Securities and Exchange Commission (SEC) ha comunicato di aver nuovamente rimandato l’approvazione di ben tre ETF sul bitcoin.

I tre ETF, proposti all’inizio dell’anno dai gestori patrimoniali Bitwise Asset Management, VanEck/SolidX e Wilshire Phoenix, depositati presso gli exchange NYSE Arca e Cboe BZX, sono tutti in prima linea per diventare il primo ETF basato su bitcoin.

Le proposte sono state pubblicate presso il Federal Register lo scorso febbraio e giugno, dando il via al periodo legale di 240 giorni entro cui si dovrebbe ottenere una decisione finale da parte della SEC.

Le decisioni finali sulle proposte di Bitwise e VanEck/SolidX dovranno dunque essere pubblicate entro il 13 e il 18 ottobre, mentre la decisione finale sulla soluzione proposta da Wilshire Phoenix dovrà avvenire entro il 29 settembre.

La SEC rimanda nuovamente tre ETF su bitcoin

L’acronimo ETF sta per Exchange-Traded Fund fondo negoziato in borsaSono dei fondi quotati in borsa che replicano la performance di un indice.

Nel caso di bitcoin, quindi, si tratterebbe di un fondo che detiene bitcoin e che vende azioni, le quali possono essere acquistate da potenziali clienti tramite il loro conto. Quindi l’idea è quella di accumulare un numero rilevante di bitcoin e renderli simili a strumenti e prodotti finanziari scambiabili sui mercati in modo simile alle azioni.

Negli ultimi anni un certo numero di aziende hanno proposto ETF sul bitcoin, tuttavia l’agenzia di regolamentazione americana (SEC) ad oggi non ha approvato alcuna soluzione, citando come motivazioni la possibile manipolazione del mercato, il controllo del mercato ed una potenziale divergenza con il trading dei futures sul bitcoin.

Bitwise ha cercato di alleviare queste preoccupazioni, pubblicando diversi rapporti che indicano che il mercato del bitcoin è più piccolo, più regolamentato e meglio sorvegliato di quanto possa sembrare, e che opera in stretta collaborazione con il mercato dei futures di CME.

La proposta ETF di Bitwise, una delle tante che la SEC sta valutando, ha ricevuto sostegno da un certo numero di aziende del settore, tra cui Spencer Bogart di Blockchain Capital, Matthew Walsh di Castle Island Ventures, Sam McIngvale di Coinbase Custody, Kristin Smith della Blockchain Association e più di 30 altre figure del settore.

Occorrerà dunque attendere la fine del mese di settembre per scoprire tutte le novità.

Emanuele Pagliari
Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La sua avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org e GizBlog.it. Emanuele è nel mondo delle criptovalute come miner dal 2013 ed ad oggi segue gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApp, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.