Tether pronta ad emettere una nuova stablecoin ancorata allo Yuan cinese
Stable Coin

Tether pronta ad emettere una nuova stablecoin ancorata allo Yuan cinese

By Michele Porta - 21 Ago 2019

Chevron down

Tether Limited, la società dietro la stablecoin Tether (USDT) ancorata al dollaro americano, starebbe pianificando di emettere una nuova stablecoin ancorata allo Yuan cinese denominata CNHT.

Nonostante Tether debba ancora rilasciare un annuncio ufficiale in merito, ChainNews afferma di essere stata informata dall’azionista di Bitfinex Zhao Dong che la nuova coin, chiamata CNHT, sarà rilasciata a breve.

Zhao ha inoltre rivelato che il primo investimento in CNHT verrà dalla personale piattaforma RenrenBit.

L’espansione di Tether

Tether fa parte del gruppo iFinex, la società proprietaria anche di Bitfinex.

Tether ha già lanciato le sue stablecoin di punta su diverse blockchain, tra cui Bitcoin, Ethereum, EOS, Tron ed Algorand.

Se Tether ufficializzerà il rumor, CNHT sarà la quarta stablecoin nel portafoglio di Tether Limited. Attualmente detiene tre stablecoin ancorate rispettivamente ad Euro, Yen giapponese e USD.

Recentemente la stablecoin Tether ha raggiunto e superato la quota di 4 miliardi di dollari di capitalizzazione, collocandosi al settimo posto su CoinMarketCap tra Binance Coin ed EOS.

Un colpo alle autorità cinesi

Dovey Wan, famoso gestore di fondi cinesi, ha dichiarato su Twitter che il token potrebbe attirare l’ira dei regolatori, dati i piani dichiarati dal governo cinese di lanciare una propria valuta digitale nazionale.

Le criptovalute, essendo strumenti finanziari non regolamentati, sono state a lungo disapprovate dalla People’s Bank of China (PBoC), la massima autorità bancaria del paese.

In passato, a tutte le istituzioni finanziarie del paese, è stato richiesto di reprimere i conti coinvolti nel trading di criptovalute.

Un altro duro colpo alle criptovalute arrivò dalla Cina quando il governo spinse per un divieto assoluto per il mining di Bitcoin. Il divieto provocò una migrazione di massa delle società di mining registrate fuori dal paese.

Michele Porta
Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Entra nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali crypto sul mercato. Spera in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.