Ripple (XRP): la lista dei migliori wallet sul mercato
Wallet

Ripple (XRP): la lista dei migliori wallet sul mercato

By Stefano Cavalli - 14 Set 2019

Chevron down

Ripple è un protocollo open source progettato per garantire dei pagamenti efficienti e veloci in tutto il mondo, attraverso la criptovaulta XRP e, come accade per ogni altra crypto, esistono diversi software che ne garantiscono la custodia. Ecco una lista dei migliori wallet per Ripple (XRP).

Ledger Nano S e Ledger Nano X

Le funzionalità della famiglia Ledger Nano sono già state ampiamente discusse e, senza ombra di dubbio, sono sicuramente tra i migliori wallet presenti sul mercato, sia per quanto riguarda Ripple (XRP) che per tante altre criptovalute. Ledger nano S, in particolare, è un hardware wallet che somiglia molto ad una chiavetta USB, ma con uno schermo OLED.

Nonostante un ragazzo sia riuscito ad hackerarlo qualche mese fa, è considerato uno dei più sicuri wallet e, mentre altri impongono un massimo sulla quantità di XRP che si possono conservare, qui non c’è alcuna limitazione.

La compatibilità con i principali sistemi operativi è scontata: è utilizzabile su Windows, Mac OS, Chrome OS o Linux, ma è anche configurabile anche attraverso uno smartphone. Le chiavi private del wallet vengono conservate direttamente in una zona hardware dedicata e sempre offline. Grazie al cavo OTG è collegabile anche ad uno smartphone Android.

Il codice PIN, il quale va inizialmente impostato, protegge il dispositivo, mentre la recovery sheet è in grado di aiutare nel caso in cui il PIN venga dimenticato o smarrito.

Toast Wallet

Toast Wallet è stato creato appositamente per Ripple (XRP) e non è in grado di poter conservare altre criptovalute, almeno per il momento.

Si tratta di un software open source gratuito che ha puntato tutto sulla semplicità d’utilizzo. I developer hanno affermato che si tratta di un wallet

“Cosi semplice che è utilizzabile anche da tua nonna,
ma al contempo così sicuro anche per un banchiere svizzero”.

Questo wallet è uno tra i migliori per Ripple (XRP) ed è disponibile sia per mobile che per desktop, i sistemi operativi supportati sono:

  • iOS;
  • Android;
  • Windows;
  • Mac OS;
  • Linux.

Chiaramente si possono sincronizzare tra di loro diverse piattaforme. La funzione di backup è sempre rassicurante, mentre il PIN e la recovery sheet sono presenti in qualsiasi dispositivo si scelga di utilizzare. La peculiarità di Toast Wallet è anche il suo svantaggio maggiore: come è già stato detto, si può archiviare solamente Ripple (XRP) e non c’è la possibilità di scegliere altre criptovalute.

Di conseguenza, in quel caso, bisognerà optare per altre soluzioni.

Edge Wallet

Edge Wallet è stato sviluppato da una compagnia attiva già dal 2014 nel panorama crypto. Si tratta di un mobile wallet open source disponibile sia per Android che per iOS. L’interfaccia grafica minimale ed elegante lo rendono uno strumento davvero bello da portarsi in giro e anche funzionale.

Edge concede le licenze SDK ad eventuali società e/o sviluppatori che vogliono utilizzare gli strumenti di sicurezza e le infrastrutture messe a disposizione per poter eventuale integrare il wallet altrove o, semplicemente, sfruttarne alcune funzionalità.

Un altro aspetto importante è la possibilità di scambiare criptovalute: non solo Ripple (XRP) ma tante altre. Si può effettuare del vero e proprio trading, vendere bitcoin (BTC) per ethereum (ETH) e cosi via; il tutto avviene sempre all’interno dell’applicazione.

Atomic Wallet

Atomic Wallet è un software sviluppato per poter rendere disponibili gli atomic swap tra i vari token. Si tratta di un applicativo desktop gratuito che supporta oltre 300 criptovalute tra cui, ovviamente, Ripple (XRP).

Chiaramente questo wallet non consente agli utenti di gestire solamente il proprio account con all’interno XRP, ma anche di poterli scambiare tramite il servizio offerto da Changelly e di comprare XRP attraverso una carta legata al conto corrente.

Le chiavi private vengono crittografate direttamente all’interno dispositivo in cui è installato il wallet. C’è una pecca abbastanza significativa che riguarda proprio gli acquisti con carta: le commissioni sono molto alte, circa il 7% dell’importo totale.

Anche gli scambi peer-to-peer all’interno del wallet comportano una commissione che dipende principalmente dal tipo di valuta e dalla quantità.

Exarpy

Exarpy è un web wallet progettato appositamente per Ripple (XRP). Per poter effettuare l’accesso al proprio account è necessario un address e una chiave privata e, dal momento che Exarpy non memorizza nessuno di questi due dati, è ottimo dal punto di vista della sicurezza ma implica anche che, nel caso venissero perse queste informazioni, non sarà possibile recuperare nulla.

Si tratta di un modo sicuro ed efficiente per poter conservare Ripple (XRP), anche se non è del tutto gratuito: la società applica una commissione di 0.0025 XRP per ogni transazione effettuata indipendentemente dall’importo che è stato scelto. Si tratta di un’ottima alternativa agli hardware wallet e gode, attualmente, di una buona reputazione nell’ambito crypto.

Si possono creare numerosi wallet senza alcun limite, anche se il famoso deposito di 20 XRP è sempre obbligatorio. Dal momento che si tratta di una versione web, è possibile effettuare l’accesso da qualsiasi dispositivo desktop, tablet o mobile.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.