IBM pronta a lavorare con Facebook su Libra
Blockchain

IBM pronta a lavorare con Facebook su Libra

By Marco Cavicchioli - 23 Set 2019

Chevron down

IBM sarebbe pronta a lavorare con Facebook su progetti blockchain come la stablecoin Libra. È quanto ha affermato Jason Kelley, direttore generale dei servizi blockchain di IBM, che ha detto: 

“Blockchain è uno sport di squadra. I nostri clienti sono pronti a lavorare con (Facebook), e siamo pronti a lavorare con tutti loro per farlo insieme”. 

Kelley ha anche rivelato che l’azienda sta cercando di favorire collaborazioni tra i vari settori, perché la tecnologia blockchain lo richiede. Inoltre, Kelley ha voluto distinguere tra criptovalute, da un lato, e tokenizzazione dall’altro, ovvero asset già esistenti da emettere e gestire su registri digitali e distribuiti. 

A proposito del progetto di Facebook, Kelley sostiene che questo porta maggiore legittimità nel settore blockchain, e detta da un responsabile di IBM questa affermazione ha un certo peso. Infatti l’azienda è impegnata ormai da tempo in questo settore, essendo ad esempio membro del consorzio HyperLedger

Kelley non ha però rivelato se IBM sia interessata ad entrare a far parte anche dell’associazione Libra.

“Parliamo di Libra e la gente dice che è solo un’altra criptovaluta. Metti da parte le criptovalute e parla di tokenizzazione, perché è di questo che stiamo parlando”. 

L’attenzione di IBM pertanto non sarebbe rivolta alle vere e proprie criptovalute, quelle decentralizzate, ma in particolare alla tokenizzazione di asset già esistenti. Di fatto Libra rientrerebbe in questa tipologia, perché si tratta di un token il cui valore è basato su una riserva di monete fiat che verranno accumulate e conservate per essere di fatto tokenizzate in modo da renderle più facili, veloci ed economiche da scambiare. 

IBM dimostra ancora una volta di aver compreso bene la natura di queste tecnologie, con criptovalute e token che non sono la stessa cosa e con le stablecoin basate su valute fiat che non sono altro che la tokenizzazione delle medesime valute fiat, se realizzate e gestite correttamente. 

Pertanto non stupisce più di tanto questa apertura di IBM al progetto lanciato da Facebook, che invece al di fuori degli addetti ai lavori continua a causare molti fraintendimenti. Al di là delle difficoltà tecniche, normative, e soprattutto di verifica e di controllo, Libra non presenta solo problemi ma anche opportunità: questi problemi probabilmente non spaventano più di tanto IBM, che risulta invece interessata alle opportunità.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.