Bitcoin: Bakkt mostra la sua debolezza
Bitcoin: Bakkt mostra la sua debolezza
Trading

Bitcoin: Bakkt mostra la sua debolezza

By Federico Izzi - 24 Set 2019

Chevron down

Il lancio dei futures di Bakkt non sembra portare fortuna al prezzo di bitcoin, che mostra così la sua- si spera momentanea – debolezza. In poco più di 24 ore dall’avvio della piattaforma che consente la compravendita dei futures con scadenza giornaliera e mensile con sottostante fisico in bitcoin, il mercato arretra e BTC torna alla soglia dei minimi già testati per la 5° volta dallo scorso giugno in area 9.500 dollari. 

Fonte: COIN360.com

 

La debolezza di bitcoin, come solitamente avviene, trascina tutto il settore al ribasso.

La giornata di oggi registra oltre l’85% delle prime 100 crypto in territorio negativo. Tra le prime 20 crypto solamente due riescono a mantenersi sopra la parità: Tezos (XTZ) e Chainlink (LINK), che salgono attorno al 2%.

Grafico Cosmos by Tradingview

Tra i peggiori affondi di giornata si notano Cosmos (ATOM) e Litecoin (LTC), che perdono entrambe il 7%. 

La giornata di ieri registra un ritorno degli scambi con volumi che tornano sopra la media giornaliera dell’ultimo mese. Nonostante questo, la volatilità continua a diminuire e per bitcoin raggiunge il minimo degli ultimi 5 mesi, al 2%. 

Con l’arretramento generalizzato da parte di tutto il settore, bitcoin recupera una lieve frazione di dominance portandosi al 68,5% rimanendo vicino ai picchi registrati poche settimane fa. 

Per Ethereum e Ripple il passo indietro di queste ultime ore fa mancare ad Ethereum l’aggancio del 9% di quota di mercato, scivolando a ridosso dell’8,4%, mentre Ripple si mantiene al 4,5%, livello sopra i minimi toccati all’inizio del mese. 

Le criptovalute quotate da Coinmarketcap sfiorano i 2.900 token confermando la tendenza dei nuovi lanci con una media di oltre 100 token quotati su base settimanale. 

Grafico bitcoin by Tradingview

Prezzo Bitcoin (BTC)

Con la debolezza di oggi, bitcoin torna a testare la base di supporto del triangolo discendente facendo tornare nuovamente livelli di allarme. Un’eventuale rottura dei 9.500 dollari, che dallo scorso giugno è riuscita a contrastare per 5 volte la zampata degli Orsi, potrebbe far scattare le ricoperture delle posizioni al rialzo e il pericolo di un sell-off con i prezzi che si potrebbero spingere a 9.000 dollari in poche ore. Per bitcoin è necessario difendere con i denti questo livello.

Per tirare un sospiro di sollievo, bitcoin deve riprendere quota 11.000 dollari, soglia al momento distante del 15% dai livelli di oggi.

Grafico Ethereum by Tradingview

Prezzo Ethereum (ETH)

Per Ethereum la situazione tecnica smorza l’euforia della scorsa settimana con prezzi che tornano sotto la soglia dei 200 dollari, un livello che era preferibile non violare al ribasso. 

Per non rischiare nuovamente di inciampare, la soglia da difendere è quella tra i 175 e 185 dollari, dove i prezzi hanno oscillato per oltre due settimane lo scorso agosto e dove si condensano particolari scambi. 

Per Ethereum è necessario spingersi con decisione a recuperare i massimi raggiunti la scorsa settimana, a 225 dollari, per poi spingersi a 235 e lasciarsi alle spalle tutto l’andamento di debolezza che ha caratterizzato la crypto per gran parte dell’estate appena conclusa. 

Grafico Ripple by Tradingview

Prezzo Ripple (XRP)

Dopo essere tornata nuovamente sotto i 30 centesimi di dollaro lo scorso fine settimana, XRP sta ora testando i 26 centesimi di dollaro, livelli a un passo dai minimi degli ultimi due anni a 24 centesimi toccati ad agosto. 

Per Ripple il movimento della scorsa settimana si configura solo come un pericoloso pull back in ottica di medio lungo periodo. È necessario per Ripple riprendere al più presto quota 30 centesimi altrimenti si rischia di sprofondare ulteriormente.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.