John McAfee insiste con la sua previsione: “BTC a 1 milione entro il 2021”
Bitcoin

John McAfee insiste con la sua previsione: “BTC a 1 milione entro il 2021”

By Stefano Cavalli - 30 Set 2019

Chevron down

Dopo il leggero ribasso che ha interessato bitcoin (BTC) nella giornata odierna portandolo sulla soglia dei 7800 $, il candidato alla Presidenza degli Stati Uniti d’America nel 2015 ed esperto di sicurezza informatica John McAfee ha ancora una volta ribadito la sua previsione appoggiando l’idea di Peter Brandt per quanto riguarda l’andamento del prezzo di bitcoin (BTC): 50.000 $ nel medio termine e 1 milione di dollari entro la fine del 2020.

Peter Brandt è una vera e propria leggenda nel mondo del trading; egli sostiene che prima di raggiungere i 50.000 $ si dovranno toccare nuovamente i 5500 $ a febbraio 2020.

Nonostante il crollo nell’intero settore delle criptovalute, per cui bitcoin è arrivato a perdere oltre il 18% del proprio valore in poche ore, John McAfee resta ottimista e consiglia ai trader e alla community di non preoccuparsi per questi avvenimenti. Indipendentemente dai movimenti che si registreranno nei prossimi mesi e da quelli che hanno dominato le scorse settimane, la sua idea rimane sempre la stessa:

Peter Brandt è uno dei pochi personaggi autorevoli ad aver predetto correttamente l’ascesa di Bitcoin (BTC) fino a fine 2017 e il suo successivo crollo. Sempre lui, ad aprile, aveva accennato ad una fase parabolica di BTC che lo avrebbe portato fino a toccare i 14.000 $ da li a pochi mesi.

Nonostante la sua vita in “continua fuga” dovuta alle accuse di omicidio e frode fiscale dagli Stati Uniti, McAfee resta sempre impegnato nel settore crypto, dedicandosi a diversi progetti. Ultimamente si vocifera che si sia nascosto a nord dell’Islanda, più precisamente a Dalvík. Secondo una persona che lavora in un ristorante del posto, John e sua moglie si trovavano proprio li alla fine di agosto 2019.

Tra le sue ultime uscite vi sono sicuramente due delle più discusse: il progetto cinese Zombie Coin e l’exchange Burency, mentre molti utenti aspettano con ansia la carda di debito per poter acquistare criptovalute targata McAfee ma, almeno per il momento, John sembra occuparsi principalmente della sua previsione sull’andamento di bitcoin (BTC)

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.