Knight Story: Biscuit, Tron ed EOS
Blockchain

Knight Story: Biscuit, Tron ed EOS

By Alfredo de Candia - 23 Ott 2019

Chevron down

Pochi giorni fa Tron aveva comunicato che la famosa azienda Biscuit, creatrice del gioco Knights, uno dei giochi con il maggior numero di utenti giornalieri per quanto riguarda la blockchain di EOS, sarebbe migrato verso la blockchain di Tron (TRX) prendendo il nome di Knight Story.

“Biscuit ha scelto di migrare la sua prossima versione di Knight Story da EOS a TRON per sfruttare le prestazioni della rete TRON, i tool per gli sviluppatori e il solido ecosistema di applicazioni. Per il team di Biscuit, sviluppare su TRON offre maggiori opportunità per creare partnership sinergiche e attrarre il più ampio pubblico possibile”.

Una migrazione del genere, oltre a portare un cambiamento incredibile, comporta anche una traslazione dei relativi asset da una blockchain ad un’altra, che di per sé non un problema, ma costringe i giocatori a farsi un account Tron per giocare e comprare gli appositi token.

Come scritto nelle specifiche del gioco di Knights Story, per far girare in maniera ottimale il gioco, e quindi non avere problemi di CPU, si consiglia uno stake di ben 15 EOS, che al costo attuale è un investimento di almeno $ 45.

Queste cose avevano spaventato gli utenti del gioco, ma Biscuit è intervenuta e con un comunicato ha chiarito che di fatto non avverrà nessuna migrazione. Verrà creato semplicemente un altro gioco, per l’appunto Knight Story, sulla blockchain di Tron, e il vecchio EOS Knight continuerà ad esistere. 

I due giochi potranno comunicare tra loro, quindi l’obiettivo è quello di far comunicare, grazie a questi giochi, la blockchain di EOS con quella di Tron, quindi creare anche un marketplace globale dove poter vendere e comprare NFT (Non Fungible Token) con entrambe le crypto.

Già il gioco 0xWarriors permette una cosa del genere, lasciando piena autonomia all’utente di decidere su quale blockchain interagire, ovviamente avendo gli opportuni wallet.

Il post originale della Tron Foundation è stato rimosso, probabilmente per la confusione creata, e addirittura l’account della Tron Foundation pare sia sotto investigazione per violazione delle regole di Medium.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.