banner
A dicembre il secondo numero di Private Key Magazine
A dicembre il secondo numero di Private Key Magazine
Blockchain

A dicembre il secondo numero di Private Key Magazine

By Marco Cavicchioli - 6 Nov 2019

Chevron down

Private Key è un magazine dedicato ai “movers and shakers” del settore delle criptovalute. 

Viene pubblicato in formato PDF scaricabile dal sito web www.privatekey.biz ed ogni numero contiene un’intervista con un protagonista del mondo crypto. A dicembre sarà disponibile il secondo numero.

La rivista non pubblica notizie o consigli sugli investimenti, ma contenuti sempreverdi sulle criptovalute e sulla cultura che ci gira attorno. 

Il fondatore di Private Key Magazine, Aaron Koenig, spiega: 

“Ci sono molti siti di notizie su Bitcoin, ma nessuna rivista che si concentra sulle menti del movimento e sulle loro storie, i loro pensieri e le loro idee. Visto che conosco molte persone nella comunità Bitcoin, è una cosa naturale per me colmare questa lacuna. Un altro argomento di Private Key Magazine sarà l’arte relativa a Bitcoin. Ci sono sempre più artisti che dedicano il loro lavoro a Bitcoin, che trovo piuttosto affascinante”. 

La persona intervistata nel primo numero è Diego Gutiérrez Zaldívar di Buenos Aires, co-fondatore e CEO di IOV Labs, ovvero uno dei protagonisti più attivi del movimento crypto in America Latina. 

Gutiérrez infatti ha anche co-fondato la Bitcoin Foundation dell’Argentina e la Latin American Bitcoin Foundation. 

Nell’intervista sostiene che bitcoin e blockchain daranno maggior potere ai poveri, perché possono aiutare a risolvere uno dei maggiori problemi della società umana, ovvero l’abuso di potere. 

Ad esempio fornendo alle persone che vivono nelle baraccopoli una prova digitale della loro identità, questi potranno ottenere prestiti bancario per iniziare un’attività in proprio. Oppure creando una valuta digitale locale che potrà essere utilizzata solo all’interno di quelle comunità, così da far circolare il denaro all’interno del quartiere. 

Cita poi proprio i casi di Argentina e Venezuela, dove ci sono enormi differenze tra ricchi e poveri, c’è iperinflazione, svalutazione e corruzione. 

In Argentina nel 2001 tutti i conti bancari vennero bloccati per quasi un anno, e quando le persone poterono accedervi nuovamente, si trovarono i loro pesos pesantemente svalutati, perdendo di fatto molti soldi. Ora nessuno si fida più delle banche e del governo, così come anche in Brasile e in Venezuela. 

Per quanto riguarda l’arte invece in questo primo numero si parla dell’artista Cryptograffiti di San Francisco, e della sua opera HODL.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.