In calo il traffico degli exchange crypto
In calo il traffico degli exchange crypto
Criptovalute

In calo il traffico degli exchange crypto

By Marco Cavicchioli - 7 Nov 2019

Chevron down

Secondo una recente ricerca, da giugno a settembre 2019 il traffico verso i siti web degli exchange crypto è diminuito del 37%. 

In altre parole in soli tre mesi si è perso più di un terzo del traffico web degli exchange, tanto che a settembre il volume totale di traffico è stato inferiore anche a quello di aprile, tornando sui livelli di inizio anno. 

Sicuramente in parte è dovuto al fatto che proprio a giugno, ovvero il mese con più traffico del 2019, si sono fatti registrare anche i picchi annuali sia per quanto riguarda il prezzo di bitcoin, sia per quanto concerne la capitalizzazione di mercato dell’intero mercato crypto. 

Tuttavia la perdita di traffico in soli tre mesi è stata decisamente significativa, ed il fatto che si sia scesi sotto il livello di aprile, quando bitcoin ad esempio valeva ancora meno di 5.000 dollari, fa pensare che i motivi potrebbero non avere a che fare solo con i prezzi. 

L’analisi è stata condotta da Larry Cermak di Block Genesis, che ha analizzato il traffico mensile di 37 exchange crypto da aprile a settembre 2019. 

Cermak ha scoperto che a settembre il traffico complessivo è stato di 103,6 milioni di visite, contro le oltre 150 milioni di giugno. 

L’exchange con più traffico sarebbe Coinbase, con un volume stimato di circa 157 milioni di visite negli ultimi sei mesi, seguito da Binance con quasi 148 milioni. 

Il fatto che siano calati anche i volumi scambiati suggerirebbe che potrebbe essersi trattato anche di un calo di interesse degli investitori comuni nei confronti delle criptovalute. 

Ovvero da aprile a giugno l’interesse degli investitori non professionali e non istituzionali potrebbe essere aumentato parecchio, probabilmente proprio a causa dell’incremento significativo dei prezzi e delle notizie di un probabile sbarco di un colosso come Facebook in questo mercato. 

Ma nel momento in cui i prezzi hanno iniziato a scendere, ed il progetto Libra ha iniziato a vacillare, l’interesse degli investitori non professionali potrebbe facilmente essere scemato, fino ad indurre un numero considerevole di persone a cessare, momentaneamente, di frequentare gli exchange. In tal caso probabilmente, qualora i prezzi tornassero a salire in modo significativo, gli investitori comuni potrebbero tornare a frequentarli con interesse in futuro.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.