banner
Filecoin avvia la testnet
Filecoin avvia la testnet
Blockchain

Filecoin avvia la testnet

By Alfredo de Candia - 13 Dic 2019

Chevron down

È stata annunciata la testnet di Filecoin, progetto che si focalizza sul data storage distribuito e diretto concorrente del più famoso protocollo IPFS.

Grazie all’utilizzo della testnet è possibile sperimentare le nuove funzioni che saranno poi introdotte nella mainnet ufficiale, con le seguenti novità:

  • I potenziali miner di archiviazione possono sperimentare prestazioni di tenuta e requisiti hardware più realistici grazie all’uso di strutture e parametri di prova vicini alla fine;
  • I potenziali clienti di archiviazione possono archiviare e recuperare i dati reali sulla testnet. I clienti possono partecipare ai flussi di lavoro di negoziazione e alle funzionalità di archiviazione e recupero;
  • Gli sviluppatori possono iniziare a costruire applicazioni su API di implementazione compatibili con la testnet.

Come ricordato dal team, il protocollo non è completo né stabile, quindi si verificheranno errori e problemi che verranno riscontrati e risolti proprio grazie alla fase di test.

Il progetto che ha già oltre 2 anni alle spalle. La ICO raccolse ben $ 257 milioni grazie alla token sale, e parte degli investimenti furono fatti da Winklevoss Capital

Inoltre, anche se il progetto si trova alla posizione 2028 di CoinMarketCap, il suo valore è molto alto, poco meno di $ 5, e con un picco di $ 30, anche se non è listato ancora in nessun exchange. Le crypto circolanti derivano in parte dal mining che è possibile già fare.

Filecoin è uno dei progetti nati sull’onda del rally delle ICO (Initial Coin Offering) che ebbe il picco a dicembre 2017. Rispetto a tanti che si rivelarono scam, Filecoin ha proseguito il suo percorso. 

È evidente che nel panorama dello storage decentralizzato c’è un grande fermento, come dimostra quanto sta facendo la blockchain di NEO o il progetto analogo integrato in BitTorrent, con una ricompensa per chi mette a disposizione e mantiene la rete attiva.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.