I principali progetti di assistenza sanitaria su blockchain
I principali progetti di assistenza sanitaria su blockchain
Blockchain

I principali progetti di assistenza sanitaria su blockchain

By Marco Cavicchioli - 13 Feb 2020

Chevron down

Quali sono i principali progetti, applicazioni o società che utilizzano la blockchain nel campo dell‘assistenza sanitaria

Infatti in campo sanitario la tecnologia dei registri distribuiti si presta a numerosi casi d’uso, in particolare per memorizzare dati rendendoli di fatto immodificabili. 

Un caso particolarmente interessante è quello del Ministero della salute e della prevenzione degli Emirati Arabi Uniti (MoHAP), che ha lanciato una piattaforma blockchain proprio per la memorizzazione di dati sanitari e farmaceutici, in collaborazione con il Ministero degli affari presidenziali, la Dubai Healthcare City ed altre autorità sanitarie. 

La piattaforma è basata su un registro distribuito, ed ha come obiettivo quello di migliorare l’efficienza dello stesso MoHAP e dei servizi sanitari di enti sanitari del paese. Inoltre integra anche l’intelligenza artificiale, così come previsto dalla strategia AI degli Emirati Arabi Uniti. 

In particolare aiuterà a semplificare la ricerca delle strutture sanitarie e del loro personale medico e tecnico. Sarà inoltre possibile ottenere informazioni sui farmaci, in termini di produttore, principio attivo, prezzo, agente approvato e metodo di utilizzo, e contribuirà a facilitare il lavoro degli ispettori sanitari. 

Infine l’iniziativa si pone come obiettivo anche quello di incoraggiare il cosiddetto turismo medico nel paese, puntando sulla qualità dell’assistenza sanitaria nel paese. 

Questo progetto tuttavia non è ancora operativo, sebbene il fatto che sia promosso direttamente dal Ministero della salute dello UAE lo rende uno dei progetti di punta al mondo nel settore. 

Un altro progetto che aveva raccolto una certa notorietà è stato Medicalchain, nato con una ICO che ha raccolto più di 20 milioni di dollari nel 2018. 

È un progetto che, grazie alla tecnologia Hyperledger di IBM, tiene traccia delle cartelle cliniche, e consente alle persone un’assistenza medica 24/7 tramite l’applicazione MyClinic.com

Alla base c’è sempre l’idea di memorizzare e condividere con sicurezza dati sanitari in formato elettronico, e prevede che gli utenti autorizzati, come medici e farmacisti, possano accedere ai documenti sanitari dei pazienti registrando poi ogni transazione sul registro distribuito. 

Il suo token però ha perso moltissimo valore rispetto al prezzo di collocamento, passando da 0,38 $ agli attuali 0,004 $, con un market cap complessivo attualmente di poco superiore al milione di dollari. 

Altro progetto che aveva raccolto certa notorietà è stato Dentacoin, il cui obiettivo è quello di creare un token per mettere insieme un network che colleghi dentisti e pazienti

Inoltre il progetto cerca di rendere più sicuri e certi i pagamenti, minimizzando però anche i costi per i professionisti, oltre a prevedere anche dei servizi assicurativi. 

Il network conta già più di 40.000 utenti, ma il suo token sul mercato ormai ha perso molto del suo valore iniziale, passando dai circa 0,4 millesimi di dollaro iniziale agli attuali 0,032 millesimi, con poco più di 14 milioni di dollari di market cap. 

Attualmente il progetto sanitario basato su blockchain già in corso il cui token sta performando meglio è Solve.Care, lanciato nel 2018 con l’obiettivo di decentralizzare l’amministrazione della sanità, facilitare l’accesso alle cure, rendere più efficienti i pagamenti nel settore, e ridurre i costi. 

Il valore del suo token negli ultimi 12 mesi è rimasto pressoché costante, e ad oggi tra tutti i token sanitari è quello con la maggior capitalizzazione di mercato (46 milioni di dollari circa). 

Merita una citazione anche MediBloc, ovvero una piattaforma di informazioni sanitarie che consente ai pazienti di detenere la proprietà delle proprie cartelle cliniche per condividerle con operatori sanitari e ricercatori. 

Il valore del suo token è sceso molto dal momento del collocamento sul mercato, ad inizio 2018, passando da 0,025 $ agli attuali 0,0048$, ma mantenendo una capitalizzazione di mercato di circa 11 milioni di dollari. 

Un altro token in ambito sanitario che ha una capitalizzazione di mercato simile è Aencoin, che a differenza degli altri è in crescita. 

Aenco è una piattaforma di soluzioni finanziarie per il comparto sanitario, nata nel 2018 ed alimentata da una propria blockchain, che consente alle aziende sanitarie di fornire una vasta gamma di applicazioni con impatto sulla vita reale. 

Il suo token negli ultimi mesi è passato da 0,024$ agli attuali 0,035$, con una capitalizzazione di mercato salita a poco più di 9 milioni di dollari.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.