banner
Tesla ed Apple: lo split azionario potrebbe far salire i prezzi del 33% annuo
Tesla ed Apple: lo split azionario potrebbe far salire i prezzi del 33% annuo
Fintech

Tesla ed Apple: lo split azionario potrebbe far salire i prezzi del 33% annuo

By Amelia Tomasicchio - 1 Set 2020

Chevron down

Secondo uno studio condotto da eToro, piattaforma di investimento multiasset, le azioni di Tesla ed Apple potrebbero presto salire di circa il 30% a causa dello split azionario.

Per eTro, infatti, gli split azionari causano frequentemente un importante incremento nel prezzo delle azioni di un brand (circa +33% l’anno) e Tesla ed Apple ne hanno appena effettuati due.

Questo potrebbe vedere le loro azioni crescere di oltre un terzo nei prossimi 12 mesi. Già nella giornata di ieri entrambe le aziende sono state interessate da un forte aumento del prezzo delle azioni: Tesla ha chiuso la giornata in rialzo del 12,6%, mentre Apple ha guadagnato il 3,4%.

Analizzando 60 anni di dati, infatti, eToro ha rilevato come gli split azionari causino frequentemente un importante incremento nel prezzo delle azioni di un’azienda e questi due colossi non sono esenti da questi trend.

Cos’è uno split azionario?

Le aziende effettuano gli split azionari per ridurre il prezzo delle loro azioni, rendendole quindi più appetibili per potenziali investitori.

Per Apple si tratta del quinto split azionario, mentre per Tesla è il primo

Come parte della sua analisi, eToro ha analizzato i movimenti di prezzo delle azioni delle 10 aziende più grandi al mondo che hanno effettuato uno “share split”. Si tratta di Apple, Alphabet (Google), Microsoft, Amazon, Coca-Cola, Disney, Samsung, McDonald’s, Toyota and Intel.

Da quando è nata, Apple ha frazionato le sue azioni quattro volte e il valore di queste di solito cresceva del 10,4% durante l’anno successivo allo split. 

In particolare, nei 12 mesi successivi gli split azionari di febbraio 2005 e giugno 2014, le azioni Apple sono salite rispettivamente del 58,2% e 36,4%. Tuttavia, abbiamo anche assistito al crollo del 61% del valore delle azioni a seguito dello split azionario di giugno 2000, da ricondurre alla bolla speculativa.

 Adam Vettese, Analyst di eToro, ha spiegato:

“Tesla e Apple sono già due delle migliori aziende nel mercato azionario degli Stati Uniti e tutte le evidenze suggeriscono che gli split porteranno vento in poppa al valore delle azioni. Il nostro studio mostra che, in media, i grandi brand che hanno effettuato split azionari vedono le loro azioni salire del 33% entro un anno. Anche se le performance passate non sono garanzia di guadagni futuri, è probabile che questa volta vedremo Tesla e Apple superare tale livello di crescita. Ciò è possibile perché gli investitori retail sono sempre più impegnati nel mercato finanziario, e molti reputano vantaggioso investire nelle aziende che producono i prodotti che loro stessi amano e usano quotidianamente, e Tesla e Apple sono tra queste aziende. Dunque, è probabile che la possibilità di investire in due aziende così popolari a prezzi più competitivi si dimostrerà troppo allettante da rifiutare per questi investitori. I numeri della piattaforma eToro mostrano come sia già cresciuta la voglia di investire sia in Tesla che in Apple da quando i frazionamenti azionari sono stati annunciati.”

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.