banner
Bitcoin ed Ethereum: i prezzi aprono la settimana in positivo
Bitcoin ed Ethereum: i prezzi aprono la settimana in positivo
Trading

Bitcoin ed Ethereum: i prezzi aprono la settimana in positivo

By Federico Izzi - 19 Ott 2020

Chevron down

I prezzi di Bitcoin ed Ethereum, con uno scatto di poche decine di dollari, sono riusciti a far chiudere in positivo la seconda candela settimanale consecutiva. 

coin360 20201019
Fonte: COIN360.com

Tra le prime quindici a maggiore capitalizzazione, le prime due Big sono tra le poche ad iniziare la nuova settimana con il segno verde. 

Oltre a Bitcoin con un +0,3% ed Ethereum con un +1,5%, solo Bitcoin Cash (BCH) +3,4%, Cardano (ADA) e Chainlink (LINK), entrambe con un +0,5%, si muovono sopra la parità. 

XMR 20201019

Molto bene anche Monero (XMR), in rialzo oltre l’1%. La regina delle privacy coin nonostante le prese di profitto degli ultimi giorni, difende la soglia dei 120 dollari. 

Questa mattina sono oltre il 70% a muoversi sotto la parità. Sul podio delle migliori sale Aave (LEND), con un rialzo che sfiora il 20%, seguito da UMA che guadagna oltre il 15%, e da CyberVein (CVT) sopra il 7%. 

Dalla parte opposta la peggiore è Filecoin (FIL) con un ribasso oltre il 20% dal prezzo di ieri mattina. Dopo una partenza sprint con le quotazioni della scorsa settimana balzate oltre i 90 dollari in poche ore, si ridimensionano le quotazioni del token collegato al progetto di archiviazione dati (cloud) decentralizzato, che tentano di consolidare tra i 25 e 30 dollari. 

Seguono Waves e Crypto.com (CRO) che scendono oltre il 7%.

I prezzi della DeFi

Tornano a salire gran parte dei token dei progetti di finanza decentralizzata: Uniswap (UNI) Yearn.Finance (YFI), Loopring (LRC) e Near Protocol (NEAR) oggi superano il 5% dei guadagni dai livelli di domenica mattina.

DeFiPulse 20201019

Il capitale immobilizzato (TVL) sui protocolli decentralizzati rimane sopra gli $11,2 miliardi, ad un passo dal record stabilito la scorsa settimana a $11,4 miliardi. Continua a primeggiare Uniswap (UNI) con oltre $2,7 miliardi bloccati, seguita da Maker a $1,98 miliardi e WBTC a $1,2 miliardi. 

Quest’ultima continua a coniare nuovi Bitcoin in token ERC20 fornendo nuova liquidità all’ecosistema della DeFi. Rompono la soglia dei 160.000 il numero di Bitcoin tokenizzati. 

Anche gli Ethereum bloccati tornano a salire sopra gli 8,7 milioni.

Il market cap totale risale a 360 miliardi di dollari con Bitcoin che riprende il 59% della quota di mercato, il livello più alto dalla fine di settembre. 

Volumi, Bitcoin ed Ethereum in calo

Il volume degli scambi totali giornalieri scende sotto i $60 miliardi, ben quattro volte in meno la media record di metà settembre. Per il secondo weekend consecutivo gli operatori preferiscono rimanere alla finestra, con scambi per Bitcoin che non superano il miliardo di dollari in controvalore in entrambe le giornate. 

Peggio fa invece Ethereum con volumi giornalieri poco sopra i $400 milioni. Per la regina delle altcoin, da inizio mese solamente quattro volte gli scambi hanno superato il miliardo di dollari. 

Discesa dei volumi anche per le piattaforme DEX decentralizzate di trading. Nell’ultima settimana gli scambi sono scesi a $2,5 miliardi totali, il 20% in meno da lunedì scorso. Oltre il 70% del trading sul DEX di Uniswap con una media $1,7 miliardi settimanali. 

BTC 20201019
Grafico Bitcoin by Tradingview

Prezzo Bitcoin

La terza settimana del mese riparte dai livelli di lunedì scorso con prezzi sopra gli 11.400 USD, archiviando una settimana priva di emozioni. Rimangono invariate le strategie operative. Al rialzo è necessario superare la barriera degli 11.600 USD, livello tecnico di resistenza fortemente protetto dagli operatori in opzioni. Una eventuale rottura confermata in chiusura giornata potrà provocare riposizionamenti delle strategie incrementando la volatilità. 

Al ribasso, invece, è necessario non sfondare gli 11.200 USD per non rischiare di attirare speculazioni ribassiste e nuovi test della soglia psicologica dei 10.000 USD.

ETH 20201019
Grafico Ethereum by Tradingview

Prezzo Ethereum

Il mancato superamento dei 390 USD ha sgonfiato nuovamente l’umore degli operatori che preferiscono rimanere in attesa dell’uscita dei prezzi dal canale laterale che da inizio settembre ingabbia le oscillazioni tra i 325 USD e 390 USD. Sono questi i livelli scelti anche dagli operatori in opzioni per coprire i rischi di rottura ed aumento di volatilità. 

Continua a rimanere inviolata la trendline rialzista che unisce i minimi dalla metà di marzo. Nonostante il periodo privo di direzioni, rimane rialzista il trend di lungo periodo di Ethereum. 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.