banner
Ripple registra il marchio PayString
Ripple registra il marchio PayString
Blockchain

Ripple registra il marchio PayString

By Marco Cavicchioli - 13 Nov 2020

Chevron down

Ripple ha registrato un nuovo marchio, chiamato PayString

Si tratta molto probabilmente di un possibile nuovo prodotto dell’azienda, forse legato ad un servizio di pagamento. 

La domanda di registrazione del nuovo marchio è stata presentata alla fine della scorsa settimana presso lo US Patent and Trademark Office (USPTO), ed è classificata nelle categorie generiche “Pubblicità e affari” ed “Assicurazione e finanza”.

Ripple e il nuovo marchio PayString

Non esistono molti altri dettagli in merito, se non che la registrazione del marchio PAYSTRING™ è destinata a coprire le categorie dei servizi finanziari elettronici, ovvero “servizi monetari per la ricezione e l’esborso di rimesse e doni monetari in valute legali e valute virtuali su una rete informatica e per lo scambio di valute legali e valute virtuali su una rete informatica”, e “ricezione ed erogazione di pagamenti e doni monetari in valute legali e valute virtuali su una rete informatica”. 

Inoltre i codici ad essa riferiti sono quello dei servizi finanziari elettronici, ma anche quello dei servizi di cambio valuta, ovvero “scambio di valute legali e valute virtuali su una rete informatica”, servizi di verifica di transazioni finanziarie, ovvero “fornitura di rimesse e doni in denaro da una fonte a una destinazione”, servizi di gestione e amministrazione finanziaria, servizi informatici in rete peer-to-peer, ovvero “trasmissione elettronica di dati finanziari su reti di comunicazione elettronica”, software-as-a-service, ovvero “software per fornire una piattaforma finanziaria elettronica che facilita la transazione di rimesse su una rete informatica” ed archiviazione elettronica di dati, ovvero “conservazione di valuta virtuale”. 

È pertanto molto difficile immaginare con chiarezza a quale prodotto potrebbe essere associato questo nuovo marchio, tuttavia un’idea molto vaga e generale ce la si può fare, anche in virtù del modello di business di Ripple, che è proprio quello di fornire tecnologia basata su registri distribuiti per pagamenti soprattutto tra istituzioni, banche e fornitori di servizi di pagamento. 

Da notare che il termine “paystring” in gergo tecnico informatico si può riferire anche alle informazioni che riguardano lo stato attuale di un prestito, quindi il nuovo prodotto di Ripple potrebbe anche avere a che fare con il mondo dei prestiti.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.