banner
Bitcoin da record anche di venerdi 13
Bitcoin da record anche di venerdi 13
Trading

Bitcoin da record anche di venerdi 13

By Federico Izzi - 13 Nov 2020

Chevron down

Oggi, venerdì 13, addirittura BTC sfida la superstizione stabilendo un nuovo record. Nelle ultime ore i prezzi del Bitcoin si portano ad un passo da 16.500 dollari, livello in assoluto più alto dal 7 gennaio 2018. 

Questo trend sembra non conoscere soste e se fosse confermato anche nel weekend vedrebbe Bitcoin mettere a segno la 5a settimana consecutiva al rialzo. Un trend migliore nel corso dell’ultimo anno si è sviluppato solo tra la metà di marzo e la fine di aprile con 7 settimane consecutive in positivo. Era però un guadagno decisamente inferiore da quello che si sta sviluppando dalla prima settimana di ottobre. 

Eravamo a 10.500 dollari, oggi i prezzi sono a circa 6.000 dollari da quei livelli.

Per trovare guadagni così importanti bisogna tornare con la memoria alla corsa sfrenata della fine del 2017. Sono numeri che rendono giustizia a Bitcoin e che fanno aumentare l’euforia, ma ciò deve essere preso con la dovuta cautela proprio perché il rialzo inizia a farsi importante. Le fanfare rialziste necessitano sempre di un’analisi approfondita e che mantenga con i piedi per terra. Un rialzo senza soste non è fisiologicamente realizzabile nel lungo periodo. 

Bitcoin è osservato con stupore dal resto del settore dove nella giornata di oggi prevale il segno positivo per il 75% delle criptovalute. 

coin360 20201113
Fonte: COIN360.com

Se andiamo a fare un saldo dei guadagni settimanali, delle prime 20 oltre il 70% è sopra la parità. Bitcoin ed Ethereum da venerdì scorso guadagnano oltre il 5%. Meglio di loro due fa Chainlink (LINK), che con il rialzo degli ultimi giorni vede una performance su base settimanale che si spinge oltre l’11%. È l’unico segno a doppia cifra tra le prime 20. 

LINK 20201113

Sono ancora i token della galassia DeFi a farsi notare tra i migliori rialzo di giornata. La migliore è SushiSwap (SUSHI) e Decred (DCR), entrambe vanno oltre il 15%. Seguono Uniswap (UNI), Decentraland (MANA), Yearn Finance (YFI) e Aave (AAVE) tutte in guadagno del 6%.

Tra le migliori di giornata c’è anche Litecoin (LTC) con un guadagno dell’8% nelle ultime 24 ore.

Volumi da record non solo su Bitcoin

La settimana registra anche un record di volumi che si mantengono decisamente alti per il mercato spot. 

Ieri Bitcoin ha scambiato 4,3 miliardi in controvalore in dollari. È la terza volta in una settimana che registra scambi così elevati, che si confermano anche per unità di Bitcoin scambiati, oltre 250.000, che rimangono però sotto i massimi dell’anno, ma sono i più alti dalla metà di ottobre. 

Non solo il mercato spot, ma anche gli scambi sui derivati volano. Nella giornata di ieri con oltre 6,1 miliardi in controvalore in dollari viene messo a segno un nuovo record per l’open interest sui volumi aggregati dei future. Anche i derivati in opzioni ieri hanno aggiornato il record con circa 3,8 miliardi di volumi. 

I volumi in generale vedono scambi totale oltre i 145 miliardi di dollari, in leggera crescita dai livelli di ieri.

Market cap crypto

La salita delle ultime ore continua a rafforzare la dominance del Bitcoin, al 65% con un market cap totale di 463 miliardi di dollari. È il livello più alto da febbraio 2018, merito della capitalizzazione del Bitcoin che con i rialzi di oggi si porta oltre i 300 miliardi di dollari, che Bitcoin non registrava da dicembre 2017. Questo spinge con decisione anche la capitalizzazione totale.

DeFiPulse 20201113

La DeFi registra un nuovo record per il TVL a 13,8 miliardi di dollari. Il numero di ethereum bloccati salgono a 8,8 milioni. Uniswap rafforza la sua posizione dominante con oltre 3,8 miliardi bloccati sul suo protocollo. Maker scende nuovamente sotto i 3 miliardi.

BTC 20201113
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC) sogna i 20.000 dollari

Bitcoin continua a salire, andando sempre più a separarsi dalla correlazione sia con l’oro sia con l’indice statunitense azionario dell’S&P 500. Entrambi in questi ultimi giorni continuano a dare segnali di debolezza mentre BTC continua a rafforzarsi con una salita che in queste ore attiva nuovi record a 16.500 dollari.

Ciò attira anche la speculazione e il timore di capovolgimenti in ottica di breve periodo, che però devono essere considerati: sono probabili dopo rialzi che sinora non stanno conoscendo soste. Ciò si nota anche dall’attività delle ultime 48 ore degli operatori in opzioni che aumentano la vendita delle call, anche se è tornata a diminuire la forza delle call stesse.

Attira la copertura come posizioni di put acquistate, che va decisamente ad incidere su livelli importanti in caso di capovolgimento, livelli che darebbero segnali di supporto tra i 15.100 dollari e e 13.800. 

Sono queste le aree protette in caso di eventuali ribassi anche nel corso del weekend. 

Al rialzo un superamento dei 16.600 dollari proietterebbe i prezzi al successivo step a 17.200 dollari, dove invece ultima barriera di resistenza per poi lasciare spazio a quello che è individuato come prossimo target, il massimo storico assoluto dei 20.000 dollari di dicembre 2017.

ETH 20201113
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH) 

Il recupero dei 470 dollari avvenuto nelle ultime ore trova nuovamente l’azione delle ricoperture che respinge i prezzi di Ethereum a 460 dollari. 

Sarà importante per ETH nel fine settimana confermare il supporto dei 455 dollari, ex area di resistenza che nella prima settimana di novembre aveva respinto più volte i tentativi di rialzo. Questa area è diventata anche valido supporto per le coperture in opzioni. Si confermano le coperture delle opzioni put, con gli operatori che mantengono una view rialzista. 

Sarebbe importante la rottura dei 470 e dei 490 dollari che coincidono comunque con i record dei massimi annuali raggiunti ad inizio settembre. 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.