banner
Azioni Azimut tra cali e previsioni ottimistiche
Azioni Azimut tra cali e previsioni ottimistiche
News dal Mondo

Azioni Azimut tra cali e previsioni ottimistiche

By Eleonora Spagnolo - 27 Gen 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Le azioni di Azimut sono su un’altalena. Oggi gli stock dell’azienda quotata sulla borsa di Milano registrano un calo del 2%, dopo una giornata, quella di ieri, che invece è stata positiva. 

Oggi al contrario all’apertura dei mercati era quotata 18 euro, mentre attualmente oscilla a 17,50 euro.

Visti i dati di oggi, secondo le proiezioni Teleborsa:

“L’andamento di Azimut nella settimana, rispetto al FTSE MIB, rileva una minore forza relativa del titolo, che potrebbe diventare preda dei venditori pronti ad approfittare di potenziali debolezze”.

Questo potrebbe portare il prezzo a raggiungere anche il minimo dei 17,05 euro.

Nelle scorse settimane in realtà Azimut è stata protagonista di un rialzo sorprendente dopo aver diffuso i dati dei risultati del 2020, decisamente positivi per il gruppo.

Goldman Sachs sul lungo periodo stima che il prezzo di Azimut potrebbe crescere e protrarsi fino a 21,10 euro entro il 2022. Questa analisi è suffragata dal fatto che, come ha rivelato Bankitalia, è aumentata la quota di risparmio delle famiglie italiane, nonostante il calo del reddito. 

Anche questo potrebbe aver portato a un aumento della raccolta portato avanti da Azimut e dalle aziende simili, quali Banca Mediolanum, FinecoBank, e Banca Generali. Anche dai loro dati risulta un aumento della raccolta. Questo fa essere ottimista Goldman Sachs sulle performance di tutte, anche se le stime migliori sono riservate a Banca Mediolanum.

Chi è Azimut

Azimut è stata fondata nel 1989. Con più di 30 anni di esperienza, conta 223 mila clienti affidati a 1.800 consulenti finanziari. In totale gestisce un patrimonio di 58 miliardi di euro, distribuito in 17 paesi del mondo. Vanta un utile compreso in un range tra 375 e 415 milioni di euro.

Nel suo futuro c’è la tokenizzazione. Come annunciato dall’azienda saranno presso emessi dei token Azimut in collaborazione con la banca svizzera Sygnum. Si tratterebbe della prima cartolarizzazione digitale di un asset manager in Europa, con il token distribuito in quello che viene definito digital marketplace.

Sempre nell’anno in corso è un programma il lancio dell’app Beewise, che avrà il contributo della blockchain e che sarà destinata a investitori cosiddetti super retail e low affluent.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.