HomeBlockchainPakistan: l’assistenza sanitaria va su blockchain con Digipharm

Pakistan: l’assistenza sanitaria va su blockchain con Digipharm

Digipharm ha annunciato oggi la sua partnership con il Governo del Pakistan per la digitalizzazione dei processi relativi all’assistenza finanziaria sanitaria per i cittadini e per l’ottimizzazione dei fondi sanitari sotto la gestione della Divisione Nazionale della Sicurezza Sociale, Bait-Ul-Mal.

Questa partnership aiuterà la digitalizzazione del processo finanziario e delle attività di approvvigionamento, accelerando l’erogazione del supporto ai pazienti poveri che si affidano al sostegno del governo per accedere ai servizi e alle tecnologie sanitarie, dove 90 milioni di pazienti (25 milioni di famiglie) possono essere attualmente supportati dal programma.

Le soluzioni blockchain di Digipharm per il Pakistan

Digipharm implementerà le sue soluzioni blockchain per la gestione dell’assistenza sanitaria basata sul valore, il coinvolgimento del paziente e l’approvvigionamento per implementare una capacità di Value Based Healthcare (VBHC) omnicomprensiva.

Inoltre, questo accordo mira a far risparmiare al governo del Pakistan fondi per la sanità migliorando l’allocazione delle risorse sanitarie, aumentando l’accesso alle terapie ad alto costo ed esplorando le possibilità di utilizzare la valuta digitale di Digipharm (DPH) per incentivare il coinvolgimento dei pazienti nel processo.

Ahmed Abdulla, CEO della Digipharm, ha detto:

 “Questo è un grande momento per chiunque sia coinvolto con Digipharm, il governo del Pakistan e, soprattutto, i pazienti e gli individui che cerchiamo di servire. Utilizzare la tecnologia avanzata per superare alcune delle grandi sfide dell’umanità può solo servire a ispirare altre regioni e organizzazioni in tutto il mondo. Miriamo a rendere questa implementazione e il nostro lavoro con il Bait-Ul-Mal del governo pakistano un modello di innovazione che molti possono seguire e beneficiare per il bene di tutti gli attori della sanità in Pakistan e nel resto del mondo”.

 

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchiohttps://cryptonomist.ch
Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist, oltre che Italian PR manager per l'exchange Bitget. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e ha pubblicato un libro "NFT: la guida completa'" edito Mondadori. Inoltre è co-founder del progetto NFT chiamati The NFT Magazine, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore. Come advisor, Amelia è anche coinvolta in progetti sul metaverso come The Nemesis e OVER.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS