banner
Uber non comprerà bitcoin, ma li accetterà
Uber non comprerà bitcoin, ma li accetterà
Bitcoin

Uber non comprerà bitcoin, ma li accetterà

By Marco Cavicchioli - 12 Feb 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

A differenza di Tesla, Uber non comprerà bitcoin, ma li accetterà come metodo di pagamento.

È quanto riferito direttamente dal CEO della società, Dara Khosrowshahi, durante un’intervista alla CNBC.

Infatti dopo la notizia relativa all’acquisto di BTC da parte di Tesla, durante una puntata di Squawk Box è stato chiesto a Khosrowshahi se anche Uber stesse prendendo in considerazione un’ipotesi simile. 

La sua risposta è stata netta: 

″È una conversazione che è avvenuta e che è stata rapidamente respinta. Terremo al sicuro i nostri soldi. Non siamo nel business della speculazione. Il vantaggio della nostra azienda è nel business che abbiamo costruito, non negli investimenti su cui investiamo”.

Al 31 dicembre 2020 Uber aveva 5,65 miliardi di dollari di liquidità, e 1,18 miliardi di dollari di investimenti a breve termine. Tesla aveva circa 19 miliardi di dollari di liquidità, e di questi 1,5 li ha investiti in bitcoin.  

Uber, Tesla e Bitcoin

In realtà Khosrowshahi con questa risposta dimostra di non aver compreso cosa abbia fatto realmente Tesla. 

Infatti l’iniziativa dell’azienda di Elon Musk non è affatto speculativa, e non costituisce probabilmente un investimento che avrà ripercussioni sul business che ha costruito, ovvero produrre e vendere auto elettriche. Inoltre in teoria dovrebbe servire proprio per mettere al riparo il denaro aziendale dai possibili rischi di inflazione del dollaro. 

Khosrowshahi comunque ha poi anche affermato che Uber potrebbe prendere in considerazione l’ipotesi di accettare le criptovalute come forma di pagamento.

Ha dichiarato: 

“Proprio come accettiamo tutti i tipi di valuta locale, esamineremo le criptovalute e/o bitcoin in termini di valuta transazionale. Va bene per gli affari. È un bene per i nostri rider e eater. Lo esamineremo sicuramente e se c’è un vantaggio lì, se c’è bisogno lì, lo faremo. Non lo faremo solo come parte di una promozione”. 

Da notare ad esempio che dopo l’annuncio dell’8 febbraio, il prezzo delle azioni di Tesla è prima cresciuto di un po’, ma poi è sceso di quasi il 5%. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.