eToro down, torna online e cambia policy
eToro down, torna online e cambia policy
Criptovalute

eToro down, torna online e cambia policy

By Eleonora Spagnolo - 24 Feb 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

eToro è andata in down, proprio durante il crash dei mercati delle criptovalute avvenuto nella giornata di ieri. 

Ieri infatti Bitcoin ha perso il 20%, trascinando dietro il resto del settore, e ciò ha fatto impennare i volumi di scambi. Probabilmente questo massiccio incremento di utenti che facevano operazioni può aver mandato in tilt la piattaforma. 

Il team di eToro ora ha ripristinato il servizio e ha spiegato in una serie di tweet quanto avvenuto, scusandosi con l’utenza. 

Mentre eToro non funzionava, gli utenti sono stati invitati ad utilizzare l’Offline Trader Tool. Si tratta di un tool che permette proprio di vedere le posizioni aperte, aprire e chiudere posizioni, che ha sostituito la piattaforma nel momento di assenza. 

eToro è tornata pienamente operativa solo nella giornata di oggi. Ha spiegato eToroService: 

“La nostra piattaforma è di nuovo operativa e vogliamo rassicurare i nostri clienti che i nostri sistemi non sono stati compromessi in alcun modo. Non si è trattato di una violazione o di un attacco ai nostri sistemi e non abbiamo subito alcuna perdita di dati di alcun tipo.

Il motivo dell’interruzione del servizio è stato un problema tecnico che ha colpito il nostro database Microsoft e siamo stati costretti a spostare la piattaforma in modalità manutenzione”.  

Sebbene eToro e Microsoft abbiano lavorato a stretto contatto per risolvere il problema, ci è voluto di più di quanto avrebbero voluto. 

eToro down, cosa succede ora

Sono seguite le scuse di Tuval Chomut, Chief Solutions Officer di eToro. Ma ciò che è accaduto comporterà anche dei cambiamenti. Spiega infatti Tuval Chomut che sarà innalzato il limite minimo del primo deposito a 1.000 dollari, con effetto immediato, mentre il valore minimo di ogni operazione di CopyTrader sale a 500 dollari. Sarà anche temporaneamente rimossa l’opzione per piazzare ordini di ingresso nel mercato: 

“Aumenteremo l’importo minimo del primo deposito a 1.000 dollari con effetto immediato e aumenteremo il valore minimo del Copy a 500 dollari. Rimuoveremo anche temporaneamente l’opzione per richiedere futuri ordini di entrata nel mercato”. 

Aggiunge Tuval Chomut

Questi sono tempi senza precedenti sia in termini di condizioni di mercato che di crescita di eToro. Abbiamo sempre più nuovi utenti che arrivano sulla piattaforma ogni giorno, un enorme aumento dei volumi di trading e una forte crescita dell’impegno dei nostri utenti con il feed e altri aspetti della nostra comunità di investimento sociale.

Questo significa che quando le cose vanno male sono coinvolte più persone e noi prendiamo questa responsabilità molto seriamente. Vogliamo assicurarvi che fornire un’esperienza di trading e investimento senza attrito è la nostra massima priorità.

Purtroppo però il blocco della piattaforma in un momento così turbolento del mercato non poteva non lasciare conseguenze. Sul web e su Twitter in particolare impazzano i commenti degli utenti rimasti “vittime” del non funzionamento. 

Il servizio clienti, fa sapere la piattaforma, è in contatto per tentare di risolvere i problemi che si sono creati. 

Per prevenire di nuovo questi incidenti, fa sapere eToro: 

“Continueremo ad investire pesantemente nei nostri sistemi e nei nostri team di supporto”.

 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.