Morgan lancia il primo NFT musicale in italia
Morgan lancia il primo NFT musicale in italia
NFT news

Morgan lancia il primo NFT musicale in italia

By Guest post - 29 Mar 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il token non fungibile – in breve NFT – di Morgan  arriva nel momento più caldo della cronaca, infuocando il dibattito che divide i puristi della blockchain e gli euforici delle criptovalute in generale. 

Senza preavviso, la conferenza stampa si apre sul social del momento nel tardo pomeriggio di sabato (27 marzo): si tratta di ClubHouse, il medium ora molto usato nel settore crypto, e in onore del lessico del nuovo social viene intitolata “Conferenza Stanza”, qui si sta diffondendo infatti il tema caldo della blockchain a colpi di room, per esperti e per principianti.

A presentare la notizia con Morgan c’è Alessandro Brunello, esperto di blockchain, cyber intelligence, fintech  e ovviamente token. Come ha dichiarato Morgan, infatti, sarà lui ad occuparsi di tutto il processo informatico. 

La conferenza (stanza) fa emergere questioni chiave ad iniziare da: 

  • cosa muova un artista verso la blockchain, 
  • quali intenzioni muovano il progetto,
  • quali privilegi possa vantare il proprietario di un token musicale. 

In risposta agli scettici dell’NFT artistico, Morgan paragona la blockchain al processo produttivo di un libro e afferma:

“Come uno scrittore non sa nulla di come rilegare un libro, così un cantante non si occupa del processo di diffusione di un brano”, 

Morgan specifica di considerare l’NFT l’opportunità e lo strumento per ottenere libertà e indipendenza dalle logiche delle case discografiche, una libertà che sottolinea, mancava da troppi anni. 

Libertà dalle case discografiche

Tutto ruota intorno al concetto di libertà dunque, un brano come opera d’arte unica e irripetibile e la possibilità di essere acquistata senza intermediari. La conferenza apre ufficialmente l’asta con base di partenza di 0,5 Ethereum (circa $ 854,52)  e durante il dibattito, Brunello comunica l’arrivo di offerte con entusiasmo. 

La conferenza va avanti per oltre due ore e tra domande, curiosità e interventi di esperti di crypto emergono diverse questioni ancora irrisolte: 

  • quali garanzie per l’acquirente dell’NFT musicale? 
  • Quali regolamentazioni e tutele sono oggi in vigore per la riproduzione del brano? 
  • Quale utenza per un token musicale? 

Tra gli scettici arriva anche Red Ronnie che pone al centro dell’attenzione la fruizione: come?, chi?, quando?. 

Morgan si guadagna il titolo di primo artista musicale italiano ad aprire il canale dei non fungible token, creando di fatto il “precedente” e lo fa a 4 giorni dall’annuncio della SIAE di aver creato i primi asset digitali per la tutela dei diritti degli autori, stringendo una partnership con Algorand, la piattaforma per pagamenti e valuta digitale creata dall’informatico Silvio Micali. 

Algorand infatti utilizza un protocollo Proof of Stake per garantire decentralizzazione, scalabilità e sicurezza. La SIAE pubblica inoltre i primi dati che vedono in pochissimi giorni dall’avvio la creazione di 4.000.000 di NFT e diritti per 95.000 autori. 

Dopo settimane di movimenti e annunci sembra proprio che gli NFT stiano entrando con sempre più forza nella nel mondo fisico della blockchain. L’asta di Christie’s ha probabilmente dato coraggio a tutto il comparto dell’arte che ha visto battere a 69,3 milioni di dollari l’opera digitale di Beeple

I dettagli sull’NFT di Morgan

Per quanto riguarda Morgan, invece, l’asta 24 ore dal suo avvio è ferma alle offerte ricevute durante la sua conferenza. La piattaforma che è stata utilizzata è stata OpenSea e la scadenza è prevista per il 6 aprile e l’interesse è su quale cifra riuscirà a raggiungere il primo token musicale in Italia che ad oggi resta a 0,7 Ethereum, circa $1.185 al cambio attuale. 

Chi si aggiudicherà il token, oltre a diventare proprietario e titolare esclusivo del brano “n”, si aggiudicherà anche le stampe originali dei testi del brano autografate e la consegna avverrà proprio dalle mani del cantante con un incontro esclusivo.

Francesca Romana Testi

Giornalista esperta in comunicazione e marketing. Dieci anni di televisione e conduzione, specializzata in cronaca e politica con particolare attenzione alle dinamiche e le strategie media. Laureata in comunicazione Internazionale, ha svolto incarichi di manager aziendale, per unire insieme tutti gli strumenti nella comunicazione strategica dei media di nuova generazione. Appassionata di criptovalute e dinamiche di mercati.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.