banner
La spiegazione dei recenti attacchi alla rete Bitcoin SV
La spiegazione dei recenti attacchi alla rete Bitcoin SV
Sicurezza

La spiegazione dei recenti attacchi alla rete Bitcoin SV

By Thuy Dung - 19 Lug 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Informazioni false stanno circolando online sui recenti attacchi maligni alla rete Bitcoin SV.

Per rettificare questo e garantire che la vera storia sia diffusa, Bitcoin Association, l’organizzazione no-profit con sede in Svizzera che promuove l’adozione globale della blockchain BSV, ha rilasciato una dichiarazione pubblica rispondendo alle domande frequenti (FAQ) sugli attacchi maligni.

Di seguito sono riportati alcuni punti importanti dalle FAQ che servono a mettere le cose in chiaro.

Le ipotesi dei detrattori sugli attacchi a Bitcoin SV rispetto a ciò che è realmente accaduto

Mentre alcuni hanno ipotizzato un “attacco del 51%” (che è di per sé una descrizione del tutto imprecisa) avvenuto sulla rete, ciò che in realtà è accaduto è stata una serie di attacchi di blocco con trattenuta o riorganizzazione sulla blockchain BSV istigati da un miner sconosciuto che va sotto il moniker “Zulupool”. Bitcoin Association afferma inoltre che crede che l’attaccante sia un impersonatore di un miner di Hathor che utilizza lo stesso manico.

Ha detto l’associazione:

“Solo pochi mesi fa, un operatore che utilizza lo stesso pseudonimo ‘Zulupool’ ha effettuato una profonda riorganizzazione dei blocchi della catena Bitcoin ABC (BCHA). Mentre non possiamo confermare in modo indipendente che si tratta della stessa entità responsabile dei recenti attacchi a BSV, l’incidente della catena BCHA aveva delle somiglianze nelle metodologie e nelle caratteristiche con gli attacchi di riorganizzazione su BSV, e ha anche usato lo stesso nome Zulupool; questi fattori suggeriscono fortemente che si tratta dello stesso attore”.

Il primo attacco BSV è avvenuto il 24 giugno, seguito da altri tre il 1, 6 e 9 luglio 2021. Secondo la Bitcoin Association, una riorganizzazione dei blocchi è “una caratteristica del sistema Bitcoin quando si verificano organicamente e sono utilizzati per allineare i partecipanti e i nodi della rete”. Poiché possono verificarsi naturalmente all’interno del sistema, le prime due riorganizzazioni di blocco non sono state immediatamente segnalate come attacchi dannosi.

Ha spiegato l’Associazione:

“Dal momento che la natura malevola delle riorganizzazioni sulla rete Bitcoin SV è stata identificata in seguito agli attacchi del 6 luglio, il Team dell’infrastruttura Bitcoin SV ha intrapreso azioni sia per aiutare a proteggere la rete che per raccogliere le prove dell’attività illegale. Queste informazioni vengono raccolte e condivise a intervalli regolari con il team legale della Bitcoin Association. I rappresentanti della Bitcoin Association hanno già iniziato a contattare le autorità di polizia competenti. Bitcoin Association si sta anche preparando a presentare denunce penali in una o più giurisdizioni pertinenti; i suoi costituenti interessati possono anche avviare procedimenti in modo indipendente”.

L’Associazione e il team di infrastrutture BSV hanno già in atto misure reattive e preventive; e non ci sono stati altri attacchi dopo il 9 luglio.

A proposito delle restrizioni, non dell’abbandono, dei servizi BSV sugli exchange

La Bitcoin Association è rimasta fedele alla sua posizione secondo cui i servizi di prelievo, deposito e trading dovrebbero rimanere vivi e attivi. Piuttosto, hanno consigliato agli exchange di implementare ulteriori misure protettive per isolarli dalla possibilità di attacchi futuri, tra cui l’estensione del numero richiesto di conferme di blocco a 20, il congelamento dei depositi dagli indirizzi identificati nell’attacco della doppia spesa, così come il monitoraggio attivo della blockchain per qualsiasi tentativo di riorganizzazione.

L’associazione è in costante comunicazione con gli exchange al fine di ripristinare i servizi BSV il prima possibile. Infatti, diverse borse, tra cui Gravity, hanno già iniziato a ripristinare i prelievi, i depositi e il trading di BSV.

Ha dichiarato l’Associazione:

 “La rete Bitcoin SV rimane sicura da usare e sta funzionando come al solito. Tuttavia, nel breve termine, la Bitcoin Association raccomanda di inviare e ricevere BSV solo tra parti identificate, dove possibile. Quando si effettuano transazioni con parti sconosciute o non fidate, per un periodo transitorio, si consiglia di attendere almeno 20 conferme di blocco prima di considerare la transazione sicura e risolta”.

La rete BSV continua a ribadire la sua politica di tolleranza zero per gli attacchi illegali. L’intero ecosistema BSV non sarà scosso da un attore malintenzionato e continuerà a perseguire la sua visione dell’adozione globale della blockchain BSV.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.