banner
Fear and Greed: l’indice di Bitcoin è tornato in posizione neutra
Fear and Greed: l’indice di Bitcoin è tornato in posizione neutra
Bitcoin

Fear and Greed: l’indice di Bitcoin è tornato in posizione neutra

By Marco Cavicchioli - 4 Ago 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Negli ultimi giorni l’indice Fear and Greed (ovvero Paura ed avidità) relativo a Bitcoin è tornato in zona sostanzialmente neutra. 

I valori di questo indice possono andare da zero, ovvero totale paura, a 100, totale entusiasmo o avidità, e da qualche giorno a questa parte oscilla tra 40 e 56. 

Fino al 21 luglio il valore era in zona paura estrema, con un picco minimo annuale a quota 10, già toccato però nel corso di questo 2021 altre tre volte, il 24 maggio, il 30 maggio ed il 22 giugno. 

Ma a partire dal 27 luglio ha iniziato a risalire, tanto che già il 28 era tornato in perfetta zona di neutralità, a quota 50. 

Ancora ieri era a quota 48, mentre oggi risulta essere a quota 42. Va comunque ricordato che l’indice misura la situazione delle ultime 24 ore, e l’ultimo aggiornamento è di questa mattina, e misura la situazione nelle 24 ore precedenti. 

Da notare che ad esempio il prezzo attuale di bitcoin, a circa 39.000$, è in linea con quello del 21 maggio, quando l’indice della paura e dell’entusiasmo era invece a quota 21. Pertanto in poco meno di due mesi e mezzo il sentiment dei mercati sembra essere decisamente mutato. 

Cosa indica l’indice Fear and Greed

Secondo alcuni analisti questo potrebbe essere un segnale rialzista, perché è dal 13 maggio che era costantemente sotto quota 40. Da notare che all’epoca il prezzo di BTC si aggirava poco sotto i 50.000$. 

Inoltre va anche detto che in questo 2021 l’indice della paura e dell’entusiasmo è rimasto in zona neutra solamente per brevi periodi, il più lungo dei quali è durato circa una settimana. Ora sono nove giorni che è in zona neutra, ma ad esempio l’anno scorso vi rimase per un mese intero a settembre. 

La cosa interessante di questo indice è che, sebbene lo faccia a posteriori, misura abbastanza bene il sentiment complessivo sui mercati crypto, e lo fa in modo non arbitrario, ma mettendo insieme dati oggettivi. 

Il fatto è che, stando anche ad alcuni recenti ricerche, i mercati crypto sembrano letteralmente in balia delle emozioni degli investitori. Ovvero si muovono in modo difficile da spiegare razionalmente, probabilmente proprio a causa di comportamenti eccessivamente emotivi di chi investe in questo mercato. 

Pertanto misurare quanto la paura, o l’entusiasmo/avidità, prevalgono in un dato momento potrebbe essere utile per comprendere cosa stia accadendo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.