Germania. Messi all’asta Bitcoin sequestrati
Germania. Messi all’asta Bitcoin sequestrati
Criptovalute

Germania. Messi all’asta Bitcoin sequestrati

By Fabiana D'Urso - 27 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

E’ stata forse l’asta con il più alto tasso di adesioni mai registrate in questo campo. La magistratura tedesca ha messo in atto la procedura legale secondo cui i beni sequestrati dalla polizia possono essere venduti tramite asta.

Bitcoin all’asta

In questo caso si tratta di una storica lotta al crimine informatico che la Germania persegue in maniera capillare da tempo. Il bottino è davvero interessante per gli oltre 5000 utenti registrati in appena 48 ore dopo l’annuncio. Una prima tranche di 215 Bitcoin oltre ad un lotto unico di 10. L’asta si concluderà oggi.

In base alle oscillazioni del prezzo della famosa criptovaluta il Ministero della Giustizia della zona Nord del Reno Westfalia ha calcolato un guadagno approssimativo intorno ai 95 milioni di euro.

Hilal Tanrisever, portavoce del Ministero ha fatto sue le parole del popolo tedesco, ossia che mai un’asta aveva preannunciato un così alto ritorno economico.

Questa asta pone il punto su di una questione completamente nuova. Prima di mettere all’asta il bottino sequestrato attraverso grandi operazioni contro il dark web, i legali del Ministero hanno sviluppato un’ipotesi. Ipotesi che poi si è trasformata in concreto obiettivo. Trattare la criptovaluta alla stessa stregua del denaro istituzionale. Proprio perché è il denaro che viene messo all’asta e non della refurtiva che di norma segue un iter di vendita basica.

germania bitcoin
Bitcoin, asta storica in Germania

La lotta del governo ai crimini informatici passa per Bitcoin

La conclusione è che è stata sancita l’opzione secondo cui il Bitcoin poteva essere trattato nello stesso identico modo di un bene qualsiasi sequestrato alla criminalità.

L’asta è direttamente organizzata dal Ministero della Giustizia, dalla Procura della Repubblica e dall’Ufficio centrale per la criminalità informatica. Inoltre, partecipano all’operazione anche l’Ufficio Informazioni di Stato e i dipartimenti di Comunicazione e Tecnologia.

La Germania è nota per i suoi piani economici interni volti sempre alla capitalizzazione. Questa asta si pone come una possibilità di grande ritorno economico.

Markus Hartmann, capo dell’ufficio centrale per la lotta alla criminalità informatica si espresso molto favorevole. Ha sostenuto con grande enfasi giudiziaria che l’indebolimento dei gruppi criminali legati alla sfera informatica passa soprattutto da operazioni come questa.

Il sito web delle aste del Ministero, Justiz Auktion, ha registrato nelle ultime ore un aumento esponenziale del traffico relativo soprattutto agli annunci legati alla vendita di Bitcoin.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.