PieDAO e il nuovo programma di staking
PieDAO e il nuovo programma di staking
DeFi

PieDAO e il nuovo programma di staking

By Martina Canzani - 1 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

PieDAO, affermato progetto di finanza decentralizzata, negli ultimi mesi ha lanciato un interessante programma di staking che prevede la distribuzione di proficui rewards.

Lo staking su PieDAO

PieDAO abbraccia l’idea che i profitti generati dalla stessa DAO debbano essere ridistribuiti fra tutti coloro che decidono di cooperare attivamente alla sua governance.

La visione di questa iniziativa si avvicina sempre di più ad una nuova concezione di impiego, l’utente infatti si vede garantire un’entrata mensile in cambio di un’attiva partecipazione al progetto con il quale condivide idee, obiettivi ed ideali.

È eccitante constatare che organizzazioni come PieDAO riescano finalmente a dare una reale e valida alternativa all’inspiegabile rat race che ci propina la società. La libertà finanziaria non è più appannaggio degli esperti della finanza ma è alla portata di tutti coloro che sanno cogliere occasioni come questa!

Come funziona

Requisito fondamentale per partecipare al programma di staking è possedere il token della DAO – DOUGH.

Chiunque abbia DOUGH può poi scegliere arbitrariamente di stakarli per un minimo di 6 mesi fino ad un massimo di 36 mensilità. Una volta bloccato un determinato amount di dough, l’utente riceve in cambio veDOUGH – mera rappresentazione dei propri tokens stakati.

Il rapporto tra DOUGH e veDOUGH non è sempre 1:1, esso infatti cambia sulla base dei seguenti elementi:

  • Quantità di staked amount;
  • Time Commitment.

seguendo così questa curva: y=x/k*log(x)

Staking PieDAO
Il rapporto tra DOUGH e veDOUGH

Dall’analisi del grafico emerge quindi che gli utenti che si impegnano a governare la DAO per un lungo periodo sono molto più avvantaggiati, ottengo infatti maggiori rewards e più voting power. Fiducia nel progetto e costante impegno ripagano sempre.

Staking PieDAO
Staking su PieDAO

Dopo aver bloccando i propri DOUGH per poter rientrare nella categoria dei cosiddetti “utenti attivi”, ed essere idonei alla Governance mining rewards, è necessario votare alle proposte della DAO tramite Snapshot.

Non viene richiesta una partecipazione estremamente assidua ma è bene che l’utente voti almeno ogni tre mesi per ottenere i reward di cui ha diritto.

Va da sé che le due variabili sopra nominate, Staked Amount e time commitment, determinino anche, di diretta conseguenza, il potere di voto dell’utente e l’ammontare di rewards di cui ha diritto.

In qualsiasi momento comunque i dough holders hanno la possibilità di potenziare il tempo di blocco dei propri tokens.

Staking simulator

Per l’utente sapere preventivamente la quantità di rewards che riceverà tentendo in staking i propri tokens è alquanto complesso perciò il sito web di PieDAO mette a disposizione uno staking simulator che facilita il processo.

Le variabili che incidono sulla quantità di rewards, che il singolo utente si vede riconoscere, sono molteplici, le elenchiamo di seguito:

  • Il totale di DOUGH in staking dall’intera community
  • Il time commitment
  • La performance della treasury committee
  • Le fee mensili delle Pie
  • Le quantità di rewards unclaimed

Questo perché davanti a membri inattivi, per più di tre mesi, si procede con la ridistribuzione delle loro ricompense non riscosse a favore di tutti gli utenti attivi.

Il simulatore è quindi un prezioso strumento che fornisce ai dough holder prospettive veritiere sui potenziali guadagni; permettendo di prendere decisioni migliori e piú consapevoli.

Considerazioni finali

Spesso risulta difficile per un progetto conciliare le prospettive a lungo termine con i guadagni, più allettanti, a breve termine.

PieDAO con questo suo upgrade vi è riuscita egregiamente.

Attraverso lo staking, la partecipazione alla governance ed a tutta una serie di variabili che influenzano la quantità di rewards, la DAO sta spingendo i tokenholders ad assumersi sempre più responsabilità ed ad agire da veri owners. Li stimola a cercare costantemente modi per migliorare prodotti e strategie interne.

PieDAO risulta essere così una grande famiglia dove, questo è davvero il caso di dirlo, “l’unione fa la forza”.

Forse lentamente le persone stanno iniziando a capire che possono essere ricompensate partecipando alla crescita di una comunità con cui condividono valori e obiettivi; stanno iniziando a capire che possono vivere la vita che desiderano davvero non dovendo più vendere il proprio tempo in cambio di un ridicolo stipendio mensile.

Lentamente stiamo abbracciando un futuro, ormai sempre più prossimo, in cui le DAO saranno il contesto lavorativo di molti.

 

Martina Canzani

Laureata in Legge all'Università degli Studi di Milano. Concluso il percorso accademico ha iniziato ad interessarsi al mondo della blockchain, trovando in quest'ultimo un potente strumento di riscatto. La passione si è poi trasformata in lavoro, ora infatti investe in progetti early-stage di finanza decentralizzata e DAO e scrive articoli raccontando tutte le news riguardanti il mondo crypto.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.