Criptovalute: in Italia piacciono più che in Gran Bretagna, Francia o Germania
Criptovalute: in Italia piacciono più che in Gran Bretagna, Francia o Germania
Criptovalute

Criptovalute: in Italia piacciono più che in Gran Bretagna, Francia o Germania

By Marco Cavicchioli - 18 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Un recente sondaggio di Capterra ha rivelato che in Italia c’è preoccupazione per il fatto che le criptovalute possano essere utilizzate per attività illegali. 

Il sondaggio sulle criptovalute in Italia

Il sondaggio è stato condotto su un campione di 1.000 italiani maggiorenni che conoscono o hanno familiarità con le criptovalute, ed il risultato è che il 54% di dichiara abbastanza o molto preoccupato per questo rischio.

italia criptovalute
Il 54% degli italiani si dichiara abbastanza o molto preoccupato per le criptovalute

Ma nonostante ciò il 30% afferma di ritenere le criptovaluta la propria valuta ideale standard nei prossimi 5 anni.

italia criptovalute
Il 30% degli italiani afferma di ritenere le criptovaluta la propria valuta ideale standard

Anzi, per la stessa domanda posta in altri paesi i risultati sono stati diametralmente opposti: in Gran Bretagna (40%), Francia (39%) e Germania (39%) questo quesito ha visto trionfare la vecchia valuta fiat.

Capterra ha inoltre rilevato anche un trend positivo grazie al quale il 62% degli italiani intervistati ha espresso l’intenzione di utilizzare le criptovalute in futuro. 

I risultati di questo sondaggio sembrano perciò contrastanti, con una forte propensione a considerare le criptovalute strumenti di uso quotidiano a fronte però di preoccupazioni in merito ad un loro eventuale utilizzo criminale.

Ottimismo e preoccupazione

Inoltre l’ottimismo verso le monete deregolamentate sembrerebbe in calo, visto che più della metà degli italiani intervistati sostiene che invece il mercato crypto dovrebbe essere regolamentato. Solo il 24% vorrebbe opporsi ad una tale misura.

Tra le principali motivazioni che fanno crescere le preoccupazioni c’è quella legata alla volatilità del loro valore: il 37% degli intervistati si dichiara scettico sulle criptovalute proprio a causa delle forti oscillazioni di prezzo. Inoltre il 49% ritiene che non vi sia abbastanza informazione a riguardo.

La cosa curiosa però è che le preoccupazioni nei confronti delle CBDC sono ancora maggiori, con il 62% degli italiani che si dice preoccupato dal possibile utilizzo delle valute digitali delle banche centrali.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.