Block vuole sviluppare ASIC per il mining di Bitcoin
Block vuole sviluppare ASIC per il mining di Bitcoin
Mining

Block vuole sviluppare ASIC per il mining di Bitcoin

By Vincenzo Cacioppoli - 11 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il progetto di Jack Dorsey di creare una società di mining di Bitcoin sembra prendere forma, con Block, che ha sostituito Square. 

Block alla ricerca di un esperto di mining di Bitcoin

Dopo l’anticipazione di metà ottobre, sul profilo LinkedIn di Block è apparso pochi giorni fa un annuncio di ricerca di lavoro per esperti crittografici (custom digital design lead) in cui si richiedono espressamente conoscenze in ambito di mining di criptovalute. 

Il chiaro obiettivo sarebbe quello di creare un nuovo concetto di mining.

La ricerca si rivolge ad un ruolo che dovrebbe spunto sviluppare un progetto di ASIC (application specific integrated circuit) Bitcoin Mining di nuova generazione. La persona scelta dovrebbe inserirsi in un team di ricerca volta appunto alla creazione di un nuovo concetto di mining più sostenibile ed economico. 

Un ASIC sarebbe in altre parole un microchip progettato appositamente per un uso particolare, piuttosto che per un uso generico. In questo caso, Block si propone di costruirne uno appositamente creato per il mining di Bitcoin.

Jack Dorsey
Jack Dorsey

Il nuovo mining secondo Block 

Secondo quelle che sono le indicazioni da parte di Dorsey, quando ha parlato per la prima volta delle intenzioni sul mining, è possibile fare qualche conclusione in merito alle caratteristiche della nuova attività. 

Il primo aspetto su cui sicuramente Block punterà sarà sicuramente quello di rendere l’attività di mining più sostenibile ed economica. Il consumo eccessivo di energia è da sempre il vero tallone di Achille di questa attività, come si sta vedendo anche in questi giorni in Kazakistan. 

Jack Dorsey e il mining sostenibile

Dorsey già ad aprile, pubblicando con Ark invest il libro bianco dal titolo “Bitcoin, è la chiave per un futuro di energia pulita ed abbondante”, aveva detto che il punto centrale per il futuro di Bitcoin deve essere quello di risolvere i suoi problemi di eccessivo consumo di energia:

“guidare verso un uso dell’energia pulito ed efficiente è ottimo per l’economia, l’impatto e la scalabilità di Bitcoin”. 

Per fare ciò Dorsey punta ad un sistema più efficiente di estrazione basato su una nuova integrazione verticale del processo con una sempre minore dipendenza da fattori e fornitori esterni. 

“Incuberemo il progetto del sistema di mining bitcoin all’interno del team hardware di Square, iniziando con l’architettura, la progettazione e la prototipazione di silicio più efficiente, algoritmi di hashing e architetture di alimentazione,” 

scriveva in un tweet ad ottobre Jesse Dorogusker, a capo del reparto hardware della società. 

Per la società, la nuova attività di estrazione dovrebbe essere accessibile a tutti e quindi diventare molto più semplice e sostenibile. 

Scriveva Dorsey:

“Il mining non è accessibile a tutti. Il mining di bitcoin dovrebbe essere facile come collegare una presa ad una fonte di alimentazione. Oggi non c’è abbastanza incentivo per le persone a superare la complessità di gestire una simile attività in proprio”.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.