Tesla più sicura: i test del sistema FSD senza incidenti
Tesla più sicura: i test del sistema FSD senza incidenti
News dal Mondo

Tesla più sicura: i test del sistema FSD senza incidenti

By Eleonora Spagnolo - 17 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

La fase beta del full self driving (FSD) di Tesla sta procedendo senza intoppi e i test finora non hanno prodotto incidenti. 

Tesla, nessun incidente nei test con il sistema FSD

Lo ha confermato Elon Musk via Twitter rispondendo a Ross Gerber, che in un suo tweet faceva notare che da quando la versione beta del FSD è stata lanciata, non ci sono stati incidenti o feriti. Nello stesso periodo però 20.000 persone sono morte a causa di incidenti stradali.

Di questo ha chiesto conferma direttametne al CEO di Tesla, Elon Musk, che ha risposto “correct”, ad indicare il buon andamento dei test.

Ross Gerber non è solo un fan di Tesla ma anche CEO e founder di Gerber Kawasaki, società di consulenza per investimento finanziari.

Tesla FSD
Lo scambio di Tweet tra Ross Gerber e Elon Musk

Il concetto di questo tweet è che il controverso sistema di guida di Tesla può salvare vite umane. Se usato correttamente.

Cos’è il sistema FSD e perché è importante per Tesla

Le maggiori critiche a Tesla sono dovute proprio alla presunta “pericolosità” del suo sitema di autopilot che in alcuni casi è stato al centro di incidenti, anche mortali.

Tuttavia in molti casi non è l’autopilot ad essere entrato in tilt, ma il conducente che era distratto e non ha visto i pericoli che l’auto, da sola, non è riuscita ad evitare.

Bisogna tenere presente che l’autopilot è un sistema di assistenza alla guida basato su telecamere, sensori e collegato al computer di bordo, presente su ogni Tesla. Ma Tesla stessa invita chi decide di inserire l’autopilot a restare comunque vigile e con le mani sul volante. Che in altri termini implica che non si possno guardare film o leggere, o mettersi sul sedile posteriore mentre l’autopilot è attivo. Detto altrimenti, l’autopilot non è fatto per fare in modo che la Tesla si guidi da sola, ma solo per ridurre l’intervento umano, senza azzerarlo.

Il rilascio della versione beta del’FSD serve ad aumentare il comfort del guidatore garantendo un elevato standard di sicurezza.

Il rialscio della versione FSD è stato già sottoposto a diversi e continui aggiornamenti per migliorare e correggere dei bug. La versione 11 dovrebbe arrivare entro febbraio. A partecipare ai test sono degli autisti selezionati i quali stanno sperimetnando una guida dove gli sforzi loro richiesti per mantenere il controllo del veicolo sono minimi.

Quando sarà rilasciato il sistema di guida FSD

Al momento la versione beta del FSD di Tesla è presente solo negli Stati Uniti, dove i clienti Tesla pagano una sorta di abbonamento (anche abbastanza caro) per poter usufruire di questa funzione.

Tra poche settimane sarà esteso anche in Canada, come ha annunciato Elon Musk oggi via Twitter.

È il segno che Tesla scommette molto su questo sistema di guida e anche i mercati ci credono.

Il valore delle azioni Tesla

Non a caso nel pre market di oggi, Tesla fa segnare un +1,75% sul valore delle sue azioni, quotate al Nasdaq.

I titoli Tesla sono reduci da una settimana volatile ma nel complesso positiva, con un guadagno del 5%. Attualmente le azioni Tesla sono quotatae a 1.049 dollari, un calo del 12% dall’inizio dell’anno, ma in guadagno del 62% rispetto agli ultimi sei mesi.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.