L’RSI di Bitcoin conferma il breakout: assisteremo finalmente a un cambio di trend?
L’RSI di Bitcoin conferma il breakout: assisteremo finalmente a un cambio di trend?
Bitcoin

L’RSI di Bitcoin conferma il breakout: assisteremo finalmente a un cambio di trend?

By Marco Cavicchioli - 4 Feb 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’indice RSI è ampiamente risalito sopra il livello di iper-venduto, infrangendo il precedente trend 

L’andamento di bitcoin dell’ultimo mese

Negli ultimi giorni si possono scorgere alcuni segni che potrebbero far immaginare un’inversione di tendenza del trend seguito dal prezzo di Bitcoin. 

Il segno più evidente è quello dell’indice RSI (Relative Strenght Index) che ha infranto il trend degli ultimi mesi. 

Il picco massimo di questo indicatore negli ultimi mesi sono stati i 78 punti del 20 ottobre 2021, quando Bitcoin risultava ampiamente iper-comprato. 

Da allora è iniziata una lunga discesa di questo indicatore, culminata il 22 gennaio scorso quando ha toccato il punto minimo degli ultimi mesi, a quota 20, ovvero ampiamente iper-venduto. 

A partire dal 21 gennaio sembra essersi innescata un’inversione di tendenza per questo indicatore, tornato prima al di sopra della soglia dell’iper-comprato, il 25 gennaio, e poi addirittura risalito fino quasi a quota 42 l’1 di febbraio. 

Dopo un piccolo e breve calo, tra ieri ed oggi si è riportato su quota 40

Il supporto del prezzo posizionato attorno a quota 37.000$ questa settimana avrebbe consentito all’indice RSI di iniziare ad allontanarsi dal trend ribassista degli ultimi mesi.

Secondo il noto trader e analista Crypto Ed, il trend del prezzo di BTC non è ancora a tutti gli effetti uscito dalla fase ribassista, ma si inizia ad intravvedere la fine già anche sul breve termine.

RSI bitcoin
Titoli di stato USA in discesa

Rendimento insolito per i titoli di Stato USA

Un altro segnale curioso è che oggi, a differenza di quanto accaduto spesso nei giorni scorsi, alla discesa del rendimento dei titoli di Stato USA a 10 anni (US10Y) il prezzo di Bitcoin non ha reagito nello stesso modo, anzi è salito dell’1,5%. 

Soprattutto a gennaio molto spesso quando US10Y scendeva il prezzo di BTC lo seguiva scendendo quasi in contemporanea, probabilmente perchè la discesa di US10Y su livelli comunque ancora decisamente bassi suggeriva una fuga dal rischio. 

Inoltre oggi anche il Dollar Index (DXY) è salito, e spesso in questi casi il prezzo di Bitcoin scende. 

Perdite nelle borse USA

Oltretutto ieri le borse USA hanno fatto registrare importanti perdite, con addirittura il titolo Meta (ex Facebook) precipitato del 26% in un giorno solo. In un clima che potrebbe sembrare proprio quello di una fuga dal rischio, il prezzo di Bitcoin non solo ha tenuto bene, ma a borse USA chiuse è salito nuovamente ai livelli di due giorni fa. 

Infine vale la pena ricordare che durante il precedente ciclo il prezzo minimo durante questa fase fu toccato il 6 febbraio 2018, e dal giorno successivo si verificò un vero e proprio rimbalzo. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.